venerdì , 26 maggio 2017
Home » Bari Calcio » Il Punto sul Bari del 3 dicembre 2013

Il Punto sul Bari del 3 dicembre 2013

Galano e Defendi goleador. Anomalia o risorsa?

 

I due giocatori fino a questo momento stanno sostituendo gli attaccanti

 

Fino ad ora l’esterno offensivo foggiano ed il centrocampista bergamasco sono stati gli uomini in più di questa squadra visto che prima Defendi contro il Padova e poi Galano contro la Ternana hanno realizzato una doppietta, doppietta che ha consentito di portare a casa quattro punti nelle due gare interne. Dicevamo di Galano. Il giocatore sembra aver trovato la sua forma migliore. Dopo un periodo di appannamento che lo ha tenuto anche fuori dal rettangolo di gioco, sembra essersi finalmente ritrovato. Grandi percussioni, grande velocità e, soprattutto, grande sinistro che anche ieri sera ha consentito di portare in vantaggio i biancorossi. A questo punto c’è da chiedersi una cosa. Galano e Defendi goleador sono un’anomalia o una risorsa per il Bari? Solo il tempo potrà spiegarcelo meglio…

 

COSA VA – L’abbiamo detto sopra. Contro la Ternana abbiamo visto un buon Galano che è riuscito a regalare ai biancorossi una vittoria importantissima, vittoria che ha consentito ai biancorossi di arrivare a quota diciasette in classifica e di abbandonare finalmente le parti calde.

 

COSA NON VA – Non è piaciuto il Bari visto dopo la rete del 2 – 1. Dopo la rete di Zito i biancorossi hanno cercato di “addormentare” la partita cosa che il Bari non è in grado di fare. La squadra biancorossa non può gestire la gara, ma deve sempre giocare per non farsi mettere sotto. Altra nota negativa è stato Beltrame il quale non è riuscito a dare il suo contributo sotto rete.

 

TOP & FLOP – Galano e Defendi su tutti. Hanno convinto poco la difesa che verso la fine della gara ha rischiato di far pareggiare la Ternana e, come detto prima, Beltrame non è stato il solito giocatore.

 

CONSIGLI PER IL MISTER – Nella gara di lunedì sera ha schierato una formazione troppo sbilanciata. Poi con i cambi fatti la squadra si è un po’ più “regolarizzata”.

 

IL FUTURO – Si chiama Juve Stabia. Sabato pomeriggio i ragazzi di mister Alberti faranno visita ad una squadra che sta lottando per non retrocedere. Il Bari dovrà stare attento all’ambiente caldo che troveranno e al nuovo tecnico delle “vespe” Pea che cercherà di vincere la partita. Quella di sabato per i biancorossi non sarà di certo una partita facile.

 

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.