domenica , 23 aprile 2017
Home » Bari Calcio » Il Punto sul Bari del 26 febbraio

Il Punto sul Bari del 26 febbraio

E ora tutti allo stadio…

 

Non ci sono più attenuanti ne alibi. La famiglia Matarrese ha abbandonato il club dopo quasi trentasette anni. Ora è importante sostenere la squadra per una sua permanenza in serie B

 

Non ci sono più attenuanti ne alibi. Ora tutti i tifosi, dopo l’uscita dei Matarrese, dovranno andare allo stadio a sostenere i biancorossi per una importante permanenza in serie B. Il club è in auto fallimento, tra un po’ di tempo si saprà, durante un’asta, chi sarà il nuovo proprietario. Ma la cosa più importante è che il Bari calcio è ancora una società che tra tante mille difficoltà sta cercando di andare avanti fino alla fine del campionato. Questi ragazzi, vorrei ricordare ancora una volta la più giovane del campionato, hanno bisogno di un grande sostegno. Hanno bisogno di sentire il vero calore dei tifosi, cosa che è mancata in questi anni. Il “San Nicola” ha una capienza di cinquantotto mila spettatori. Solo nella massima serie quando il Bari ha affrontato in casa il Milan, l’Inter e la Juventus lo stadio è stato riempito totalmente. Ora è importante che tutti quelli che hanno a cuore le sorti della squadra vadano allo stadio, riempiano le gradinate e le curve. E’ importante che nelle due gare interne contro il Lanciano e l’Avellino i tifosi si facciano sentire perché, da qui fino alla fine del campionato, potrebbero essere veramente il dodicesimo uomo in campo. L’obiettivo della permanenza è importante per i futuri acquirenti perché un Bari in Lega Pro non interesserebbe a nessuno. Quindi tutti coesi per un fine comune, quello della salvezza. Spero e mi auguro che nelle due gare casalinghe che il Bari andrà ad affrontare sugli spalti del “San Nicola” possano esserci almeno ventimila spettatori per incitare un gruppo che da lunedì sa che dovrà mettercela tutta per salvare un club che non merita affatto di retrocedere. I giocatori ne sono consci, anche i tifosi del Bari?

 

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.