giovedì , 29 giugno 2017
Home » Bari Calcio » Il Punto sul Bari del 20 maggio 2015
micol bari calcio

Il Punto sul Bari del 20 maggio 2015

Ora i tifosi pretendono chiarezza…
Dopo un campionato fallimentare, iniziato male e finito peggio, per il prossimo campionato i tanti tifosi delusi chiedono chiarezza alla società. Molti chiedono quale sarà il budget che il club di via Torrebella metterà a disposizione dell’attuale o del prossimo direttore sportivo per mettere su una squadra davvero competitiva che possa arrivare nel prossimo campionato 2015 – 2016 almeno ai playoff perché quello del prossimo anno sarà sicuramente un campionato più difficile di quello che si sta concludendo visto che dalla massima serie scenderanno squadre come Cesena, Cagliari e, forse, Parma, squadre che tenteranno il tutto per tutto di tornare immediatamente in serie A, per non parlare poi di squadre come Catania, Avellino che daranno il massimo. Forse per i biancorossi questo campionato sarebbe stato quello più “semplice” per accedere nella massima serie.

Manca ancora una gara al termine di questo campionato ma i tanti tifosi del Bari, compresi gli undicimila che quest’anno hanno fatto l’abbonamento, si aspettano che il club di via Torrebella possa fare davvero un mercato importante com’è importante la piazza di Bari che meriterebbe ad oltranza di rimanere per parecchi anni in serie A così come fanno da tanto tempo club come Udinese, Chievo Verona, Verona e Atalanta. Perché il Bari non dovrebbe compete con queste formazioni? Ora si aspettano le mosse sul mercato del club di Paparesta, sperando che questa volta non ci sia una ennesima rivoluzione così com’è accaduto lo scorso anno quando mancavano cinque – sei pedine per rendere, forse, un Bari competitivo che avrebbe potuto collocarsi tra i primi otto della classifica perché quella squadra aveva costituito più che una squadra, un gruppo, il quale con tante difficoltà aveva tirato fuori gli “artigli” facendo parlare di se in tutta Italia e non solo.
Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.