martedì , 27 giugno 2017
Home » Bari Calcio » Il Punto sul Bari del 2 novembre

Il Punto sul Bari del 2 novembre

Più ombre che luci

 

La formazione di Alberti anche contro la seconda in classifica non riesce ad esprimere il suo gioco. Ancora una volta l’attacco non ha convinto

 

Il Bari visto ad Empoli si  è dimostrato essere ancora una squadra convalescente. Contro gli uomini di Sarri dai ragazzi di mister Alberti ci si aspettava qualcosa in più nei primi quarantacinque minuti dove il Bari doveva mettere in seria difficoltà la squadra di casa ed invece i biancorossi sono scesi in campo privi di quella aggressività e di quella cattiveria agonistica che tutti si aspettavano visto che il club pugliese affrontava la seconda in classifica e quindi non avevano bisogno di stimoli. Purtroppo, ancora una volta, contro la squadra toscana si è visto un Bari che ha usato poche volte le fasce e che ha quasi sempre verticalizzato, come accade ormai da un bel po’ di gare. Continua, ancora una volta, a non convincere il gioco. Molti tifosi continuano ad affermare che questa squadra non ha gioco e se dovesse continuare così sarà davvero difficile risollevarsi.

 

COSA VA – Contro la seconda in classifica hanno fatto bene, ancora una volta su tutti il difensore Chiosa che ha dimostrato dopo la gara contro il Trapani ancora grande personalità Per lui il posto dovrebbe essere sempre fisso. Oltre al difensore ha convinto anche Sciaudone e Fossati che, quando è stato mandato in campo, ha giocato con grinta e determinazione.

 

COSA NON VA – Il gioco. Dopo dodici gare di campionato il Bari ancora non ha un gioco vero. I ragazzi di Alberti giocano bene fino alla trequarti, poi il gioco si perde. Inoltre l’attacco latita. Joao Silva non è riuscito ad essere determinante perché i suoi compagni di squadra non sono mai riusciti a metterlo nelle condizioni di essere determinante in attacco. Nessuno dei suoi compagni ha avuto l’idea di crossare dalle fasce per mettere l’attaccante in condizione di fare male.

 

TOP & FLOP – L’abbiamo detto prima. Su tutti Chiosa che ancora una volta non ha affatto rimpiangere Polenta. Dopo Empoli, il ragazzo meriterebbe di giocare da titolare. Ad Alberti l’ardua sentenza. Buona anche la prova di Fossati mandato in campo dal tecnico del Bari nella ripresa. Ancora una volta non ha convinto l’attacco. In serie B bisogna essere più cinici sotto porta e Fedato lo sa bene visto che nei primi quarantacinque minuti ha avuto la palla per pareggiare ed invece a tu per tu col portiere Bassi ha mandato incredibilmente la sfera fuori.

 

CONSIGLI PER IL MISTER – Che consigli dare ancora ad Alberti? Dovrà lavorare ancora molto per quanto riguarda la fase offensiva visto che il Bari continua a segnare, quando riesce, solo con tiri da fuori area.

 

IL FUTURO – Si chiama Varese in casa e Latina fuori Due gare dove i biancorossi dovranno tentare di fare, per forza di cose, a fare punti “pesanti” per allontanarsi quanto prima dalla zona rossa della classifica.

 

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.