giovedì , 29 giugno 2017
Home » Bari Calcio » Il Punto sul Bari del 19 aprile 2015
micol bari calcio

Il Punto sul Bari del 19 aprile 2015

I biancorossi si fanno male da soli…
I giocatori del Bari si fanno male da soli. A Trapani, dove era importante portare a casa l’intera posta in palio dopo il pareggio di sette giorni fa contro il Crotone, la squadra di mister Nicola è andata davvero vicina grazie ad un errore difensivo dei padroni di casa che ha dato il la a Caputo al 39′ della ripresa di portare in vantaggio il Bari. Ma al quarto minuto di recupero i biancorossi hanno lasciato completamente solo Scozzarella il quale ha beffato Guarna. Con un po’ più di attenzione da parte di tutta la squadra, Guarna e compagni sarebbero tornati a casa con tre punti fondamentali per la classifica, visto che se i biancorossi avessero vinto avrebbero raggiunto in classifica la Virtus Lanciano a quota 48 punti. Ora i ragazzi di mister Nicola dovranno tentare di vincere venerdì sera al “San Nicola” nell’anticipo della trentasettesima giornata di campionato contro il Bologna, secondo in classifica insieme al Vicenza. L’imperativo è vincere!

COSA VA – Il Bari visto nella ripresa che ha giocato e creato molto di più di quello visto nei primi quarantacinque minuti.

COSA NON VA – Quello che ha fatto più preoccupare è stato il Bari visto nel primo tempo, visto che alla vigilia il tecnico e i giocatori avevano dichiarato di andare a Trapani per vincere ed invece l’approccio alla gara non è stato proprio così.

TOP & FLOP – Buona la prestazione di Camporese tornato in campo dopo un periodo di panchina. Sempre in difesa ha convinto la prestazione di Contini il quale è andato anche vicino alla rete del vantaggio con una bella punizione di sinistro dal limite che sarebbe andata a finire nel “sette” alla sinistra dell’estremo difensore di casa se Gomis non fosse arrivato a deviarla in angolo con un grande intervento. Un po’ invece sottotono Il reparto offensivo dal quale ci si aspettava qualcosa in più.

CONSIGLI PER IL MISTER – Mancano sei gare alla fine del campionato e Nicola dovrà cercare di caricare al meglio i suoi ragazzi per tentare uno sprint finale che possa far riempire un po’ di più il “San Nicola” e che possa far ritornare il sorriso ai propri tifosi.

IL FUTURO – Come detto prima mancano sei giornate al termine del campionato cadetto e in queste ultime gare i biancorossi dovranno tentare l’impossibile per per raggiungere quanto prima la salvezza per poi pensare a qualcos’altro anche se quel qualcos’altro potrebbe davvero rimanere un sogno…

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.