giovedì , 29 giugno 2017
Home » Bari Calcio » Il Punto sul Bari del 12 ottobre
micol bari calcio

Il Punto sul Bari del 12 ottobre

Finalmente una squadra

A catania i ragazzi di mister Mangia hanno giocato per la prima volta compatti dal primo all’ultimo minuto

“Adesso questa è una squadra”. E’ quanto aveva dichiarato il tecnico del Bari alla vigilia di una gara importante come quella del “Massimino” di Catania ed il tecnico aveva visto bene perché quest’oggi all’orario dell’aperitivo i biancorossi con una temperatura più che estiva hanno dimostrato grande carattere, voglia e soprattutto hanno dimostrato di essere una squadra cosa che nelle prime sette gare di campionato non avevano dimostrato. Tutti, da Donnarumma a De Luca hanno lottato contro una squadra, quella etnea, che davanti al proprio pubblico ha tentato di pareggiare la partita. Quella di oggi è stata la seconda vittoria esterna dei biancorossi dopo quella iniziale di Entella. Ora i biancorossi dovranno dare continuità al risultato conquistato in Sicilia domenica prossima in casa contro l’Avellino che ha eliminato proprio i biancorossi in Coppa Italia. Vedremo cosa accadrà.

COSA VA – Finalmente si è visto un gioco di squadra cosa che prima non era mai accaduto. Forse a Catania si è visto il Bari più bello di inizio stagione.

COSA NON VA – Quando una squadra gira come ha girato oggi è difficile dire chi ha tirato indietro la gamba.

TOP & FLOP – Romizi, Sciaudone e De Luca su tutti. Per Mangia ora sarà un problema sostituire Romizi quando Donati tornerà a disposizione. In attacco sembra essersi sbloccato l’ex atalantino De Luca che ha realizzato una splendida rete, quella del 3 – 1. Sciaudone, poi, sembra essere tornato quello di una volta. Tutti i tifosi lo sperano perché il centrocampista biancorosso è il vero leader di questa squadra.

IL CONSIGLIO PER IL MISTER – Deve continuare su questa strada perché oggi il campo gli ha dato ragione. Quello che deve capire è che il Bari ha bisogno di Romizi, giocatore fondamentale per l’undici biancorosso.

IL FUTURO – Si chiama Avellino, squadra che questo pomeriggio battendo in casa il Carpi per 1 – 0 si è portato al primo posto in classifica con quindici punti. Quella di domenica sarà davvero una partita interessante da seguire perché potrebbe succedere di tutto.

 

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.