mercoledì , 24 maggio 2017
Home » Bari Calcio » Il Punto sul Bari

Il Punto sul Bari

Dopo Pescara bisogna continuare su questa strada

 

Guai a rilassarsi o a pensare di aver già fatto grandi cose. Se i biancorossi dovessero giocare così come hanno fatto in terra abruzzese, il campionato potrebbe riservare grandi cose

 

L’imperativo per i giocatori del Bari è guai a rilassarsi dopo la convincente e bella vittoria in casa di una delle squadre che ambisce a ritornare nella massima serie. Contro gli uomini di marino Guarna e compagni hanno dimostrato grande personalità e grande voglia di poter tornare in Puglia con i tre punti in tasca. I ragazzi di mister Alberti sono entrati in campo subito determinati, hanno fin dal primo minuto aggredito gli avversari non dando loro la possibilità di ripartire. La gara è stata fatta quasi tutta dal Bari che, dopo essere passato in vantaggio al dodicesimo della ripresa con il gran goal di galano da circa trenta metri, ha continuato a giocare e ha sfiorato la rete del raddoppio in più di una occasione. Fa piacere e inorgoglisce che a fine gara è stato lo stesso tecnico Marino a fare pubblicamente i suoi complimenti ai giocatori biancorossi. L’unica nota stonata è stata la prestazione di Fedato il quale non è mai stato incisivo sbagliando anche la rete de raddoppio.

 

COSA VA – E’ piaciuto l’approccio alla gara di tutti i giocatori biancorossi. Il Bari non si è affatto fatto intimidire da un avversario che sulla carta risultava essere più competitivo dei pugliesi. Ed invece tutti gli undici scesi in campo hanno dato tutto e, alla fine, sono usciti tutti con la maglia bagnata. Bravi.

 

COSA NON VA – Lo abbiamo detto prima. La nota stonata è stata la prestazione un po’ sottotono dell’attaccante Fedato che non ha mai impensierito il portiere Pelizzoli. Inoltre non ha convinto appieno la prestazione dell’estremo difensore del Bari che, pur avendo fatto due grandi interventi, in alcuni casi non è apparso proprio pronto su alcune uscite che doveva fare e che non ha fatto.

 

TOP & FLOP – Tutta la difesa. Contro gli uomini di marino Sabelli, Ceppitelli, Polenta e Calderoni hanno giocato quasi da “veterani”. Non hanno concesso nulla a Maniero, Ragusa e Cutolo. Da menzionare anche l’ottima prestazione di Defendi e di Sciaudone. Il capitano ha veramente preso per mano l’intera squadra e con il suo spirito di sacrificio ha fatto girare tutti i suoi compagni. In attacco buone le prestazioni di galano, a parte la rete realizzata e quella del suo compagno di reparto Beltrame. L’unica nota stonata della giornata di ieri, come precedentemente detto, è stata la prestazione sottotono di Fedato. Forse contro il palermo mister Alberti dovrebbe farlo rifiatare un po’.

 

CONSIGLI PER IL MISTER – Il duo Alberti – Zavettieri deve continuare a lavorare in questo modo e a spronare, giorno dopo giorno, una squadra che se dovesse giocare come ha fatto contro il Pescara potrebbe davvero regalare più di una soddisfazione ai suoi tifosi.

 

IL FUTURO – L’immediato futuro si chiama Palermo. Neanche il tempo di poter gioire della prima vittoria esterna che già da oggi i giocatori biancorossi sono tornati ad allenarsi in vista del delicato impegno di martedì sera al “San Nicola” contro la compagine allenata da mister Gattuso. Quella contro i rosanero non sarà una partita facile visto che proprio a Bari l’ex giocatore del Milan, in caso di sconfitta, rischierebbe l’esonero. Ci vorranno ancora una volta grinta, voglia di fare bene e, soprattutto, tanto sangue freddo sotto porta.

 

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.