lunedì , 26 giugno 2017
Home » Bari Calcio » Il Bari vince e va ai playoff

Il Bari vince e va ai playoff

I ragazzi di mister Alberti vincendo per 4 – 1 contro il Novara davanti a 51 mila spettatori faranno visita martedì pomeriggio al Crotone

Il Bari ce l’ha fatta. Con un sonoro 4 – 1 inflitto al Novara e con la sconfitta rimediata dal Siena in quel di Varese i biancorossi sono riusciti a raggiungere i playoff conquistati con un grande girone di ritorno visto che nessuno avrebbe mai scommesso che questa squadra che tre mesi fa era quint’ultima in classifica potesse raggiungere un obiettivo importante come i playoff. Davanti a 51 mila spettatori i ragazzi di mister Alberti sono scesi in campo un po’ contratti tanto è che le occasioni per passare in vantaggio le ha avute proprio la squadra ospite. Il Bari sceso in campo, però doveva fare a meno di Nadarevic e Romizi infortunati e di Calderoni, Ceppitelli e Fossati squalificati. Come si diceva prima i biancorossi hanno inziato la gara contratti, ma nella ripresa con l’inserimento di Cani e soprattutto dopo il pareggio raggiunto dal Bari dopo la rete del vantaggio al 4° della ripresa di Gonzales che ha ammutolito l’intero stadio i biancorossi hanno incominciato a giocare come sanno e per la squadra di Aglietti non c’è stato più nulla da fare.

LA CRONACA:

Al 5° minuto del primo tempo azione personale di Defendi, tiro del capitano che smanacciato dal portiere Kosicky in angolo. All’11° tiro dalla distanza di Lugo di sinistro di poco fuori. Dopo due minuti si vede in attacco per la prima volta il Novara con un tiro di Pesce che va fuori. Al 15° conclusione di Galano di sinistro deviata in angolo dal portiere ospite. Al 28° l’arbitro Mariani di Aprilia ammonisce Sciaudone per fallo su Genevier. Dopo cinque minuti gran tiro di sciaudone di destro e palla di poco fuori sulla sinistra di Kosicky. Il primo tempo si chiude al 44° con una punizione calciata da Lugo di sinistro con palla uscita di poco.

La ripresa si apre con il vantaggio del Novara al 4° minuto. Errore in difesa di Sabelli, Gonzales ne approfitta tirando di destro e palla che colpisce il palo basso sulla destra di Guarna ed entra in rete. Dopo tre minuti mister Alberti provvede alla prima sostituzione. Dentro Cani, fuori Lugo. Dopo un minuto si vede ancora il Novara con un tiro di Lazzari parato dal portiere biancorosso. Sempre all’8° l’arbitro amonisce Pesce per un fallo su Galano. Al 10° atterramento di Joao Silva, rigore netto, ma Mariani fa proseguire. Dopo un minuto tiro di Del Vecchio di pochissimo fuori. Al 14° l’arbitro ammonisce Manconi per fallo su Galano. Dopo un minuto tiro di Lazzari respinto in angolo da Guarna. Al 16° la svolta. Il Bari pareggia. Cross dalla destra di Sciaudone, perfetto colpo di testa di Cani che realizza. Dopo due minuti a finire ancora sul taccuino dell’arbitro è Faragò per fallo su Sciaudone. Al 19° il tecnico Aglietti manda in campo Marianini per Pesce mentre Alberti manda in campo Chiosa al posto di Samnick. Al 23° ancora un cambio per il Novara. Dentro Rubino per Lazzari. Dopo sei minuti il Bari si porta in vantaggio. Cross dalla sinistra di Sabelli, Cani accompagna di destro la palla in rete. Al 33° ancora un cambio per la squadra ospite. Dentro Lepiller per Manconi. Al 36° l’arbitro concede un rigore al Bari per fallo di Faragò su Galano. Sul dischetto si porta Polenta che realizza il 3 – 1. Al 37° Alberti manda in campo Beltrame per Galano. Al 40° il Bari chiude i conti con Beltrame che con un tiro di sinistro da fuori area manda la palla nell’angolino basso alla destra del portiere ospite.

LE FORMAZIONI:

BARI ( 4 – 3 – 3): Guarna; Zanon; Samnick; Polenta; Sabelli; Del Vecchio; Sciaudone; Lugo; Galano; Joao Silva; Defendi. A disposizione: Mitrovic; Mercadante; Chiosa; Santeramo; Romizi; Albadoro; Leonetti; Beltrame; Cani. All. Alberti.

NOVARA ( 4 – 3 – 3 ): Kosicky; Crescenzi; Vicari; Potouridis; Lambrughi; Faragò; Genevier; Pesce; Gonzales; Manconi; Lazzari. A disposizione: Montiplò; Nava; Beye; Golubovic; Schiavi; Marianini; Lepiller; Rubino; Josipovic. All. Aglietti.

Arbitro: Mariani di Aprilia.

90°:

Alberti: “Sapevamo che questa gara non sarebbe stata facile visto che lo è stato per un’ora fino al loro goal. Poi non c’è stata più partita. Abbiamo avuto bisogno di subire lo svantaggio per chiudere la partita. Da quel momento in poi abbiamo fatto molto bene. Al di la della gara oggi penso che abbiamo incorniciato una stagione straordinaria che rimarrà nel cuore di tanta gente. La cosa che ci rende più orgogliosi è quella di aver riportato allo stadio 50.000 tifosi baresi al “San Nicola”. Io credo che neanche, o dubito, che quando il Bari era in serie A e giocava con le grandi squadre c’erano sugli spalti cinquanta mila baresi. Questa è una grande soddisfazione dei ragazzi, dello staff e dei nostri dirigenti. Altra soddisfazione è quella di aver raggiunto un obiettivo importante che è stata quella di arrivare agli spareggi e continuare ad avere un sogno che è quello di giocarcela fino alla fine perché noi vogliamo giocarcela fino in fondo, ci crediamo perché in questa seconda fase di campionato abbiamo dimostrato di essere all’altezza”.

Cani: “Quando sono arrivato a Bari è stata una scommessa. Abbiamo fatto un grande percorso calcistico e morale. Siamo stati grandi. Ringrazio tutti i compagni per aver scritto qualcosa di irripetibile”.

Paparesta: “Questa piazza ha dimostrato oggi di non potersi accontentare di un progetto minimo. Deve essere serio, importante e dare credibilità ad una tifoseria che ha meritato. Stiamo dando il massimo sostegno a questi ragazzi, allo staff tecnico e al direttore, che ha fatto un lavoro eccezionale. Sull’1-0? Ho pensato che comunque avremmo portato avanti il nostro progetto al di la del risultato. Però poi mi sono accorto che la squadra aveva cambiato marcia, che si era ritrovata. Lo svantaggio ha dato la spinta necessaria a vincere”.

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.