giovedì , 29 giugno 2017
Home » Bari Calcio » Il Bari si congeda dal suo pubblico con una vittoria

Il Bari si congeda dal suo pubblico con una vittoria

I ragazzi di mister Nicola vincono per 3 – 2 ma escono dal campo con i fischi del pubblico amico

Si chiude un campionato dove i tifosi sono rimasti delusi dalle prestazioni dei propri beniamini

Bari – Brescia è stata una partita da fine stagione visto che la squadra pugliese dopo non essere riuscita a raggiungere non aveva più nulla da chiedere ed il Brescia che dopo la vittoria odierna dell’Entella e’ retrocessa prima di giocarsi questa gara matematicamente in Lega Pro per cui non aveva più nessuna motivazione. Quest’ultima gara interna e’ stata interpretata nei migliore dei modi dai ragazzi di mister Nicola i quali hanno chiuso il primo tempo in vantaggio di due reti a zero con reti realizzate entrambe di testa prima da Schiattarella dopo una mischia in area al 10′ e, poi, con Bellomo servito da un perfetto cross dalla destra di De Luca.

Nella ripresa la gara è stata molto più vivace grazie anche al Brescia che ha giocato molto di più dei primi quarantacinque minuti tant’è che la seconda parte di gara e’ stata vivacizzata dalle reti di Boateng e di Benali e con un Brescia che in più di una occasione ha dato filo da torcere al giovane Micai che si è ben disimpegnato. Alla fine il Bari ed il Brescia hanno onorato la gara che non aveva più nulla da chiedere alla classifica sia per i playoff che per i playout. Venerdì sera il campionato cadetto chiuderà i battenti con i biancorossi che andranno a fare visita allo Spezia dell’ex direttore sportivo Guido Angelozzi che andrà ad affrontare i playoff. Peccato che a fine gara i giocatori biancorossi sono usciti tra i fischi. Ma cosa che ha fatto riflettere un pò tutti i tifosi è stato uno striscione apparso in Curva Nord sul quale era scritto: “Aspettative disattese? Avanziamo le nostre pretese. Via i colpevoli per il mancato obiettivo. La nostra piazza merita il massimo risultato”. Ai posteri l’ardua sentenza…
LE FORMAZIONI:

BARI ( 4 – 3 – 3 ): Micai; Schiattarella; Contini; Rada; Sabelli; Defendi; Donati; Gomelt; Bellomo; De Luca; Ebagua. Donnarumma; Guarna; Salviato; Filippini; Romizi; Rinaudo; Boateng; Galano; Caputo. All: Nicola.

BRESCIA ( 4 – 3 – 1 – 2 ): Arcari; Zambelli; Tonucci; Di Cesare; Coly; Scaglia; Budel; H’ Maidat; Benali; Sestu; Valotti. Tommasi; Lancini; Corvia; Caracciolo; Da Silva; Gargiulo; Quaggiotto; Boniotti; Sodinha. All: Calori.

ARBITRO: Aureliano di Bologna.
LA CRONACA:

Al 10′ del primo tempo Schiattarella con un colpo di testa dopo un’azione confusa in area avversaria porta i biancorossi in vantaggio. Dopo tre minuti conclusione di Benali deviata in angolo da Micai. Al 29′ tiro da fuori di H’ Maidat respinto con i pugni dall’estremo difensore biancorosso. Al 30′ il Bari raddoppia con un colpo di testa di Bellomo su un preciso cross dalla destra di De Luca. Al 31′ ancora il Brescia in attacco con un tiro di Budel alto sulla traversa. Al 36′ tiro di Sestu parato dal giovane portiere del Bari. Dopo un minuto conclusione da fuori di Donati deviato in angolo.

Nella ripresa, al 5′, doppia conclusione di Benali respinte entrambe da un buon Micai. Al 7′ prima sostituzione del match ed è del Brescia. Dentro Corvia, fuori Valotti. Al 10′ il Brescia accorcia le distanze con una rete realizzata da Corvia dopo un cross di Sestu. All’11’ occasione per Sestu. Il suo tiro viene respinto da Micai. Dopo un minuto mister Nicola manda in campo Boateng al posto di De Luca. Al 13′ azione personale di Boateng che tira ma il suo tiro viene respinto dal portiere. Sulla palla interviene Sabelli e Arcari parà. Al 14′ Brescia vicino al pareggio con un bel tiro di Corvia respinto da Micai. Al 15′ il Bari realizza la rete del 3 – 1 con un altro colpo di testa questa volta di Boateng servito dal fondo da Bellomo. Al 19′ dentro Caputo ( fischiato ), fuori Ebagua. Al 20′ tiro di Sabelli, a lato. Al 22′ tiro dalla distanza di Benali con palla che si insacca alle spalle di Micai che regala ai suoi il 3 – 2. Al 23′ bel colpo di testa di Sestu parato dal portiere del Bari. Al 24′ Calori manda in campo Quaggiotto al posto di Budel. Al 30′ Nicola manda in campo Romizi al posto di un buon Gomelt. Al 31′ dentro Sodinha, fuori Coly. Al 44′ tiro di Caputo ( fischiato ancora una volta dal pubblico ) respinto in angolo.
90′:

Nicola: “Non è facile trovare motivazioni in partite del genere. Oggi è stata una partita divertente per i tifosi, ma non molto maschia. Una vittoria che non significa molto per la classifica ma densa di significati e un banco di valutazione importante. Sono soddisfatto perché la squadra ha dimostrato flessibilità. Ho visto un atteggiamento giusto. I nostri tifosi? ” Li riconquisteremo. Abbiamo un unico modo che è quello di essere leali, professionisti e portare dei risultati. Non ritengo i fischi una mancanza di rispetto. Evidentemente non condividono determinate cose. Hanno esposto civilmente uno striscione in cui hanno detto tutto. Su com’è è andata l’annata? Abbiamo realizzato quaranta tre goal. Sulla carta i goal dell’intera rosa erano 38-40. Quindi, si sono mantenute le potenzialità di realizzazione degli attaccanti. Penso a Galano, Caputo, De Luca. Stesso discorso per Romizi e Donati mentre Minala ha compensato le mancate marcature di Defendi”.

Micai:”In settimana il mister mi ha detto che avrei giocato ed è stato di parola. Dopo un anno di inattività sono contento della mia prestazione. Quest’anno mi è servito sotto tanti punti di vista.Guarna e Donnarumma mi hanno aiutato molto a mantenere sempre la giusta concentrazione. Il mio futuro? Vorrei restare a Bari, una piazza importante per questa categoria e che punta sempre in alto. Quest’anno è andata cosi, ma l’anno prossimo andrà sicuramente meglio”.

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.