giovedì , 29 giugno 2017
Home » Bari Calcio » Il Bari pareggia col Bologna per 1 – 1

Il Bari pareggia col Bologna per 1 – 1

A questo punto addio ai sogni playoff?

Era l’ultima chiamata per i playoff e i biancorossi l’hanno mancata. Al “San Nicola” la gara più attesa dai tifosi e’ terminata solo con un pareggio e, a questo punto, il Bari deve dire addio ai sogni playoff e pensare a raggiungere quanto prima la salvezza visto che dopo il pareggio di questa sera i ragazzi di mister Nicola raggiungono quota 47 in classifica raggiungendo il Catania che quest’oggi ha inanellato la sua quinta vittoria consecutiva. Ora i biancorossi faranno visita martedì sera alla capolista sperando che domani gli emiliani possano raggiungere la matematica salvezza. Cosa è mancato questa sera? Sicuramente la voglia di scendere in campo per portare a casa i tre punti e, soprattutto, un attaccante di peso che sicuramente avrebbe potuto fare la differenza e quindi regalare tre punti importanti che avrebbero potuto regalare una gioia ai tifosi biancorossi accorsi allo stadio. Oggi il Bologna, più del Bari, avrebbe meritato la vittoria per quello che si è visto in campo. A questo punto il Bari dovrà vedersi le spalle.

LE FORMAZIONI:

BARI ( 4 – 3 – 3 ): Guarna; Schiattarella; Camporese; Contini; Sabelli; Donati; Romizi; Bellomo; Galano; Caputo; De Luca. A disposizione: Donnarumma; Calderoni; Rada; Benedetti; Minala; Filippini; Boateng; Defendi; Ebagua. All: Nicola.

BOLOGNA ( 3 – 5 – 2 ): Coppola; Ceccarelli; Oikonomou; Maietta; Masina; Casarini; Krsticic; Buchel; Ferrari; Acquafresca; Mancosu. A disposizione: Da Costa; Ferrari; Sansone; Mbaye; Perez; Morleo; Bessa; Troianiello; Sansone; Improta; Cacia.

ARBITRO: Maresca di Napoli.
LA CRONACA:

Al 4′ minuto del primo tempo semi rovesciata di Galano respinta da Coppola in angolo. Dopo due minuti su angolo battuto da Bellomo tiro d’esterno destro di Schiattarella di poco fuori sulla sinistra del portiere ospite. Al 12′ il Bologna passa in vantaggio con un colpo di testa di Masina su cross dalla destra di Ceccarelli. Al 24′ l’arbitro ammonisce Donati per proteste. Al 25′ occasione da rete per il Bologna con un tiro di Ceccarelli respinto da Guarna. Al 33′ a finire sul taccuino dell’arbitro è Romizi per una trattenuta su un giocatore del Bologna. Dopo un minuto Maresca ammonisce Casarini per fallo su Bellomo. Al 35′ espulso Maietta per fallo su Contini in area di rigore e l’arbitro decreta il rigore per il Bari. Al 37′ Caputo pareggia per i biancorossi. Al 41′ l’arbitro annota sul proprio taccuino il nome di Buchel per fallo su De Luca. Al 43′ Bologna vicino al vantaggio con un tiro di sinistro di Mancosu terminato di pochissimo fuori sulla destra di Guarna. Al 47′ ammonito Mancosu per fallo sul portiere di casa.

Nella ripresa al primo minuto Nicola manda in campo Minala al posto di Romizi. Al 4′ preciso lancio di Donati per De Luca in area ma Coppola in uscita con i piedi respinge. Al 9′ Bologna vicino alla rete del vantaggio con un tiro in area di rigore di Kristicic respinto col piede destro da Guarna. All’11’ punizione per il Bari dal limite. Tiro di Bellomo con palla che va di pochissimo fuori sulla sinistra di Coppola. Al 14′ l’arbitro ammonisce Minala per fallo su Buchel. Sempre allo stesso minuto mister Nicola manda in campo Ebagua al posto di De Luca. Al 20′ Maresca ammonisce Masina per fallo su Schiattarella.
Al 24′ per doppia ammonizione Minala finisce anzitempo negli spogliatoi. Bari in dieci. Al 27′ Nicola manda in campo Defendi al posto di Galano. Al 33′ doppio cambio per il Bologna. Dentro Cacia al posto di Acquafresca e Bessa al posto di Kristicic. Al 43′ mister Lopez manda in campo Sansone al posto di Mancosu. Al 44′ l’arbitro manda negli spogliatoi Buchel per fallo su Sabelli. Al 47′ tiro di sinistro di Defendi parato da Coppola.

91′:

Nicola: “Il risultato è giusto nel senso che noi non meritavamo di vincere perché non abbiamo fatto più occasioni di loro. Abbiamo avuto due momenti dove ci credevamo. Bel secondo tempo potevamo passare in vantaggio dove sull’1 – 1 abbiamo avuto una palla clamorosa con De Luca veramente importantissima. Abbiamo pagato di ingenuità però la squadra, secondo me, dalla partita dell’andata ad oggi, e’ un altra squadra, compete contro chiunque, anche con la seconda in classifica. Io sono soddisfatto perché vedo che la squadra è stata pronta a puntare per vincere. Poi è chiaro che non sono soddisfatto perché le vorrei vincere come loro, come tutti voi. Questa sera, per me, le occasioni sono state pari. Perché non crederci. Aveva,o deciso che l’obiettivo è quello di crederci fino alla fine per cercare di vincere più partite possibili ed entrare nei playoff perché devi recuperare squadre perdute e perché devi portare a casa molti più punti. È chiaro che non sono soddisfatto perché ogni debitore non arriva a raggiungerci prima. Il Catania che ci ha raggiunto vuol dure che abbiamo fatto più punti di loro. E allora perché non crederci anche noi fino alla fine”?
Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.