venerdì , 26 maggio 2017
Home » Bari Calcio » Il Bari conquista un punto d’oro

Il Bari conquista un punto d’oro

Alla rete di Berlingheri al 15° del primo tempo risponde Fedato al 41° della ripresa con un bel colpo di testa su assist di Bellomo

 

Dopo essere passati indenni sul campo dell’Empoli, il Bari si è ripetuto anche questa sera al San Nicola contro un’altra formazione toscana, il Livorno, sceso in Puglia per fare punti importanti per la classifica. La gara tra Bari e Livorno è stata una partita dove entrambe le squadre hanno dimostrato di non voler perdere e, quindi, in alcune circostanze la gara è stata equilibrata. Poi al 15° del primo tempo è arrivata la doccia fredda per i biancorossi con la rete di Berlingheri che ha superato una difesa quasi ferma ed ha realizzato indisturbato. Da quel momento il Bari ha assediato il Livorno, ma ad avere le occasioni più limpide per raddoppiare è stata la squadra di Nicola. Poi, al 41° della ripresa lo stadio è esploso al goal realizzato da Fedato, subentrato al 6° della ripresa ad uno spento Galano, che con un bel colpo di testa ha pareggiato la partita.

 

LA CRONACA:

 

All’11° del primo tempo si vede subito il Bari in attacco con un gran tiro a giro di Ghezzal, deviato dal portiere Fiorillo in angolo. Al 14° ancora Bari e ancora una volta con Ghezzal che con un colpo di testa, su cross dalla destra di Defendi, va di poco fuori. Dopo un minuto arriva la doccia fredda per il Bari. Dopo un uno – due con Dionisi, Berlingheri porta in vantaggio il Livorno. Al 22° colpo di testa di Sciaudone su cross di Ceppitelli, alto sulla traversa. Al 43° il Livorno va vicino al raddoppio ancora una volta con Berlingheri che sbaglia incredibilmente una palla che era solo da appoggiare in rete. Al 46° l’arbitro Di Paolo ammonisce Romizi per fallo su Duncan.

 

Nella ripresa al 4° minuto si vede subito il Bari con un tiro di Sciaudone che va alto sulla traversa. Dopo due minuti Torrente sostituisce uno spento Galano per Fedato. All’8° punizione di Ghezzal, tiro di Sciaudone che ha dato l’impressione del goal. Al 9° passaggio di Fedato per Tallo che non arriva sulla palla per un centimetro. Al 15° il tecnico biancorosso manda in campo Bellomo per Romizi. Al 23° Nicola risponde con Gentsoglou per Dancan. Al 26° si rivede il Livorno con un gran tiro di Berlingheri parato da Lamanna. Dopo due minuti il brasiliano Paulinho, dopo aver dribblato Lamanna tira e colpisce il palo sinistro. Al 29° ammonito Sciaudone per proteste. Al 33° Nicola manda in campo Decarli per Ceccherini. Dopo due minuti viene ammonito Polenta per proteste. Diffidato, salterà la prossima gara contro la Reggina. Al 40° ultima sostituzione per il Livorno. Dentro Salviato per Berlingheri. Al 41° arriva il meritato pareggio per il Bari. Punizione calciata da Bellomo e colpo di testa di Fedato. Al 43° Torrente sostituisce Ceppitelli con Altobello.

 

LE FORMAZIONI:

 

BARI ( 4 – 3 – 3 ): Lamanna; Ceppitelli; Dos Santos; Polenta; Rossi; Romizi; Sciaudone; Defendi; Galano; Tallo; Ghezzal.

 

LIVORNO ( 3 – 4 – 1 – 2 ): Fiorillo; Bernardini; Emerson; Ceccherini; Schiattarella; Luci; Duncan; Lambrughi; Berlingheri; Paulinho; Dionisi.

 

90°:

 

Torrente: “Sono soddisfatto del gioco e del risultato. abbiamo fatto la partita e giocato con personalità al cospetto della seconda forza del campionato. Un pareggio importante con una squadra molto forte. Quando si attacca molto si corre il rischio di esporsi. Così è nato il goal di Berlingheri. Non era facile giocare con una squadra esperta e che si difendeva dietro la linea della palla negli ultimi 30 metri. Avevamo preparato la partita per giocare in ampiezza, ma il Livorno ha chiuso bene gli spazi e ci ha reso le cose difficili. Il goal del pareggio? E’ stato bravo Fedato a fare goal, ma abbiamo sfiorato la vittoria in occasione del colpo di testa di Tallo salvato sulla linea. Comunque il pareggio è il risultato più giusto”.

 

Fedato: “Il pareggio è un risultato che ci consente di allungare la nostra striscia positiva. Era importante trovare continuità, siamo contenti, anche se potevamo trovare la vittoria. Siamo una squadra giovane, pensiamo a raggiungere la salvezza al più presto, solo dopo potremmo pensare a qualcosa di più importante. Ora ci godiamo la sosta di Pasqua e poi sotto con la Reggina”.

 

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.