lunedì , 24 aprile 2017
Home » Bari Calcio » Il Bari conquista la sua prima vittoria esterna

Il Bari conquista la sua prima vittoria esterna

I ragazzi di mister Alberti hanno meritato appieno i tre punti all’ “Adriatico”

 

Prima vittoria esterna per il Bari. I ragazzi di mister Alberti sono riusciti ad espugnare l’ “Adriatico” di Pescara per 1 – 0 con un bel sinistro di Galano il quale da circa trenta metri ha fatto partire un tiro che si è insaccato nel set della porta difesa da Pelizzoli. Il Bari ha affrontato questa gara con grande determinazione fin dal primo minuto di gara. Tutti i giocatori biancorossi hanno interpretato al meglio i consigli dategli in settimana dal duo Alberti – Zavettieri. I galletti non avranno il tempo di festeggiare perché già martedì sera scenderanno in campo al “San Nicola” contro il forte Palermo dell’ex milanista Gattuso. Dopo il secondo successo consecutivo il Bari raggiunge quota cinque in classifica e, se non avesse avuto quei tre punti di penalizzazione, ora la squadra pugliese sarebbe ad otto punti.

 

LA CRONACA:

 

Al 2° minuto del primo tempo primo giallo della partita. L’arbitro annota sul suo taccuino il nome di Schiavi per un brutto fallo su Beltrame. Al 6° si vede in attacco il Pescara. Il portiere del Bari, Guarna, interviene su Maniero. Per i giocatori abruzzesi è rigore mentre per l’arbitro è solo calcio d’angolo. Al 12° il Bari si porta in vantaggio con un gran sinistro dalla distanza di Galano. Dopo tre minuti si fa vedere in attacco il Pescara con una punizione di Viviani. Guarna respinge con i pugni. Al 17° ancora il Bari pericoloso con un cross di Defendi, arriva ancora Galano che di testa manda di poco alto. Al 22° il portiere biancorosso esce in anticipo su Maniero partito in posizione dubbia. Dopo due minuti il Bari vicino al raddoppio. Un buon Beltrame serve Fedato che invece di tirare in porta passa la palla in area. Al 26° l’arbitro ammonisce Fedato per un fallo su Balzano. Dopo un minuto il Bari ancora pericoloso in attacco. Cross di Sciaudone, tiro di Beltrame parato in due tempi da Pelizzoli. Al 31° punizione battuta da Viviani, pallone parato dal portiere biancorosso. Dopo un minuto ammonito De Falco per fallo di gioco. Al 35° si rivede in attacco il Pescara con un Cutolo. La sua conclusione è parata da Guarna. Al 37° Pescara vicino al pareggio con una punizione di Viviani che colpisce il palo.

 

Nella ripresa al 2° calcio d’angolo per il Pescara. Guarna esce male, sfera che termina sui piedi di Nielsen che tenta il tiro ciccando la palla. Al 5° l’allenatore Marino manda in campo Vukusic per Maniero. Al 6° il tecnico del Bari, Alberti, manda in campo Alonso al posto di uno spento Fedato. Al 10° Pescara vicino al pareggio su tiro di Ragusa, Guarna respinge. Dopo due minuti Alberti manda in campo Joao Silva per Beltrame. Al 13° miracolo di Guarna che respinge un colpo di testa di Schiavi. Al 20° ancor un colpo di testa di Schiavi parato dall’estremo difensore biancorosso. Al 21° Alonso per Sciaudone che tira centralmente. Al 23° doppia sostituzione. Il Pescara sostituisce Viviani con Piscitella, mente Alberti manda in campo Romizi per Galano. Al 24° un’altra sostituzione per gli abruzzesi. In campo Cosic per Capuano. Al 27° Sciaudone cerca di servire in area abruzzese Joao Silva che viene anticipato dal portiere Pelizzoli. Al 31° l’arbitro ammonisce Sabelli per fallo di gioco. Al 33° ammonito il portiere Guarna per perdita di tempo. Al 38° destro di Alonso che va di poco fuori. Al 42° ammonito Ragusa per fallo su Joao Silva. Al 45° tiro di Sciaudone parato dal portiere Pelizzoli. Al 48° Bari vicino al raddoppio con un tiro di sinistro ancora una volta di Sciaudone respinto dal portiere abruzzese.

 

LE FORMAZIONI:

 

PESCARA ( 4 – 3 – 3 ):Pelizzoli; Balzano; Schiavi; Capuano; Rossi; Nielsen; Viviani; Ragusa; Cutolo; Maniero; Politano

 

 

BARI ( 4 – 3 – 3 ): Guarna; Sabelli; Ceppitelli; Polenta; Calderoni; Sciaudone; De Falco; Defendi; Galano; Beltrame; Fedato

 

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.