lunedì , 26 giugno 2017
Home » Bari Calcio » Il Bari batte anche l’Avellino

Il Bari batte anche l’Avellino

Dopo aver conquistato i tre punti domenica scorsa al “Massimino” di Catania i giocatori biancorossi con le reti di Romizi e di Caputo nel primo tempo e di Sabelli e ancora del capitano sono riusciti a portare a casa tre punti importanti per la classifica

Dopo aver conquistato tre punti in trasferta domenica scorsa contro il Catania oggi in casa contro l’Avellino i ragazzi di mister Mangia hanno dato continuità di risultato portando a casa tre punti fondamentali per il morale e per la classifica. Dopo che nel primo tempo si è visto un Avellino fare la partita ed il Bari partire in contropiede, contropiede che ha fatto chiudere il primo tempo per la squadra di casa sul 2 – 0, nella ripresa si è visto un altro Bari che ha combattuto palla su palla.

LE FORMAZIONI:

BARI ( 4 – 3 – 3 ). Donnarumma; Sabelli; Salviato; Romizi; Sciaudone; De Luca; Stevanovic; Ligi; Contini; Caputo; Defendi. A disposizione: Guarna; Rossini; Galano; Minala; Filippini; Stoian; Wolski; Calderoni; Rozzi. All: Mangia.

AVELLINO ( 3 – 4 – 1 – 2 ): Gomis; Arini; Ely; Comi; Castaldo; Visconti; Schiavon; Pisacane; Bittante; Konè; Chiosa. A disposizione: Frattali; Zito; Pozzebon; Arrighini; Regoli; Soumare; Vergara; Angeli; Filkor. All: Rastelli.

Arbitro: Michael Fabbri di Ravenna.

LA CRONACA:

Al 7° minuto del primo tempo Defendi passa la palla a Romizi che dalla distanza con un gran destro porta in vantaggio la sua squadra. Dopo due minuti c’è la risposta dell’Avellino con un tiro dalla distanza di di Konè deviata in angolo da Donnarumma. Al 12° il Bari raddoppia. Cross basso dalla destra di Sciaudone, Caputo interviene in sivolata realizzando la rete del 2 – 0. Al 22° tiro a volo dalla distanza di Romizi di poco a lato sulla destra del portiere Gomis. Al 26° l’Avellino si porta sul 2 – 1. Cross di Castaldo dalla sinistra, difesa ferma, interviene Comi che di testa mette dentro indisturbato. Al 38° l’arbitro Fabbri di Ravenna annulla una rete all’Avellino per fuorigioco di Comi. Il primo tempo si chiude con un’ammonizione di capitan Caputo al 44° per proteste.

Nella ripresa al 1° minuto l’arbitro ammonisce Schiavon per fallo su Caputo. Dopo tre minuti il Bari triplica. Cross basso dalla sinistra di Caputo interviene Sabelli che manda la palla in rete. Al 6° l’arbitro ammonisce Bittante per fallo su De Luca. Al 10° ammonito Romizi per fallo su Schiavon. Sempre al 10° mister Rastelli manda in campo Zito per Bittante. Dopo due minuti tiro a porta vuota di Defendi parato alla fine da Gomis. Al 13° ammonito Salviato per fallo su Zito. Al 20° Avellino vicino alla rete del 3 – 2 con un colpo di testa di Comi parato sulla linea da Donnarumma. Al 23° mister Rastelli decide di mandare in campo Soumare per Schiavon. Al 25° l’Avellino riduce le distanze con un colpo di testa di Castaldo su cross di Visconti. Al 26° l’Avellino sostituisce Comi per Pozzebon. Dopo un minuto mister Mangia manda in campo Galano per Stevanovic. Sempre al 27° bel pallonetto di Arini di poco alto sulla traversa. Al 28° l’arbitro ammonisce Konè per fallo su Sabelli. Al 30° diagonale di sinistro di Galano di poco a lato. Sempre al 30° mister Mangia manda in campo Calderoni al posto di Sabelli infortunato. Al 35° tiro di destro di Soumare deviato in angolo da Donnarumma. Al 44° dentro Rossini per uno spento De Luca. La gara si chiude con un rigore a favore del Bari arrivato al 46° per un fallo di Pisacane su Sciaudone. Sul dischetto si presenta il capitano che realizza il 4 – 2.

91°:

Mangia: “Oggi devo fare i complimenti ai miei ragazzi che per settanta – settanta cinque minuti hanno fatto bene con alcune cose che vanno migliorate ancora perché dobbiamo essere bravi a chiuderle o a non permettere alle squadre di riaprire il risultato perché, a volte, li abbiamo un po’ facilitati nel rientrare in partita in un paio di situazioni mentre quando hai due goal di vantaggio devi riuscire a farala finire in un certo modo la partita. Fa parte della cresita anche questo. Oggi è stato molto positivo che abbiamo calciato tanto e siamo arrivati secondo me tantissimo vicino alla porta sbagliando magari qualche ultimo passaggio nelle ripartenze o qualche assist in area”.

E sulla difesa che commette sempre gli stessi errori il tecnico ha risposto così. “Giocavano contro una squadra che non era prima in classifica per caso. Riuscire a fare quattro goal all’Avellino è un segnale importante perché l’Avellino non è una squadra che prende goal con tanta facilità. Riuscire a fare quattro goal tutti insieme secondo me è una cosa positiva. Poi dopo dobbiamo migliorare su alcune situazioni. Abbiamo letto forse sulla prima palla, che non lo era, che il giocatore fosse in fuorigioco. Forse ci siamo un po’ distratti, un po’ fermati. Per quanto riguarda la seconda rete non l’ho vista bene, non so se il nostro attaccantea abbia rubato il tempo all’attaccante o se c’è stato un contatto in area, non lo visto bene”.

E su Romizi ha detto. “Romizi non uscirà dal campo. I problemi di abbondanza non sono problemi. Massimo rientrerà in gruppo. E’ un ragazzo molto intelligente. Ci siamo parlati in questa settimana e mi ha detto che non c’è nessun problema. Abbiamo bisogno di tutti visto che andiamo incontro a tre partite in una settimana ”.

 

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.