lunedì , 26 giugno 2017
Home » Bari Calcio » Il Bari asfalta anche l’Empoli

Il Bari asfalta anche l’Empoli

La squadra biancorossa è riuscita nell’impresa di battere per 3 – 0 la seconda in classifica dopo aver sconfitto le prime del campionato
Contro l’Empoli il Bari è riuscito nell’impresa di battere la seconda in classifica per 3 – 0 con reti di Sciaudone con l’euro – goal di Galano e la terza rete realizzata da Joao Silva, la sua quinta in campionato. Per dirla in breve è stato un Bari perfetto sotto ogni punto di vista e questa volta onore ai due tecnici che hanno “azzeccato” la partita, ma soprattutto i cambi. Con il risultato odierno i ragazzi di mister Alberti sono arrivati a quota 43 punti agganciando in classifica il Varese ed il Carpi, Varese che il Bari affronterà sabato prossimo in trasferta. Se i biancorossi dovessero vincere potrebbero pensare anche ai play – off. Sognare non è un peccato.

LA CRONACA:

Al 3° minuto del primo tempo punizione di Maccarone parata da Guarna. Al 10° occasione per il Bari con un’azione di Sciaudone – Nadarevic – Joao Silva. Colpo di testa di quest’ultimo parata dal portiere Bassi. Dopo due minuti ancora Bari. Cross di Nadarevic dalla destra per Joao Silva che tira a volo, palla alta sulla traversa. Al 19° tiro di Defendi dalla distanza, parato. Dopo due minuti il Bari passa in vantaggio con Sciaudone servito alla perfezione da un lacio di prima di Galano. Al 24° l’arbitro Manganiello di Pinerolo ammonisce Fossati per fallo su Castiglia. Al 32° si vede nuovamente il Bari con un cross del solito Nadarevic, tiro non convinto di Sciaudone dalla sinistra respinto dal portiere. Al 40° biancorossi vicini l raddoppio con un tiro centrale di Joao Silva servito da Galano respinto dal portiere Bassi. Il primo tempo si conclude al 45° con un tiro di Tavano parato da Guarna.

Nella ripresa al 5° minuto l’arbitro ammonisce Laurini per fallo su Nadarevic. Dopo un minuto il Bari raddoppia con un eurogoal di Galano che su cross perfetto dalla destra di Nadarevic in sforbiciata raddoppia. Dopo due minuti il tecnico dell’Empoli, Sarri, manda in campo Pucciarelli per Verdi. Al 13° l’arbitro ammonisce Moro per fallo su Nadarevic.Al 15° ancora una sostituzione per l’Empoli. Dentro Mario Rui, fuori Laurini. Al 18° Bari vicino al goal. Passaggi di Galano per Joao Silva che tira di destro, palla di poco vicino al palo sulla destra di Bassi. Al 25° tiro dalla distanza di Maccarone parato da Guarna. Dopo due minuti tiro di Moro parato dal portiere biancorosso. Al 28° il Bari triplica con una rete di Joao Silva che realizza la terza rete su passaggio perfetto di Sciaudone. Dopo due minuti mister Alberti manda in campo Varela per Galano. Al 31° mister Sarri prende le contromisure. Dentro Signorelli per Moro. Risponde mister Alberti dopo un minuto mandando in campo Cani per Joao Silva. Al 35° l’Empoli reclama un calcio di rigore per fallo di Ceppitelli su Maccarone. Al 38° altro cambio per il bari, dentro Lugo fuori Sabelli. La partita si chiude con un tiro di Tavano al 47° parato da Guarna.

LE FORMAZIONI:

BARI ( 4 – 3 – 3 ): Guarna; Sabelli; Ceppitelli; Polenta; Calderoni; Fossati; Sciaudone; Defendi; Galano; Joao Silva; Nadarevic. A disposizione: Pena; Samnick; Vosnakidis; Santeramo; Lugo; Albadoro; Lores Varela; Beltrame; Cani. All. Alberti.

EMPOLI ( 4 – 3 – 1 – 2 ): Bassi; Laurini; Tonelli; Hysaj; Rugani; Moro; Valdifiori; Castiglia; Verdi; Tavano; Maccarone. A disposizione: Pelagotti; Martinelli; Barba; Ronaldo; Mario Rui; Signorelli; Eramo; Pucciarelli; Shekiladze. All. Sarri.

Arbitro: Gianluca Manganiello di Pinerolo ( To ).

90°:

Alberti: “Oggi è stata una bella giornata innanzitutto per Bari, per i tifosi e per i ragazzi che hanno fatto una grande prestazione contro la seconda in classifica e contro la difesa, dopo il Palermo, più forte del campionato. Oggi abbiamo vinto la partita in maniera netta. Siamo soddisfatti, molto soddisfatti, però ora ci aspetta una settimana molto difficile perché dopo una serie di risultati positivi con quattro vittorie e due pareggi preparare la partita di Varese non sarà facile. Dobbiamo rimanere sempre con i piedi per terra. Dovremo continuare a lavorare con grande umiltà perché i risultati stanno venendo e questo è il frutto del lavoro e della grande umiltà, di parlare poco e di mettere sul campo tanta determinazione e tanta voglia pensando anche ad una buona organizzazione di gioco. Oggi mancavano quattro giocatori e nessuno se ne accorto perché oggi c’erano tre squalificati e Del Vecchio. Ho sempre detto che no abbiamo ventidue titolari, continuo a ribadirlo e sono convinto di questo. Chiunque venga chiamato in causa nel cosro della gara risponde sempre presente. Questo mi fa piacere perché è un gruppo molto unito. Ripeto, rimaniamo con i piedi per terra, pensiamo partita dopo partita e basta”.
Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.