venerdì , 26 maggio 2017
Home » Bari Calcio » Guarna: “Sabato abbiamo avuto personalità”
Guarna portiere Bari

Guarna: “Sabato abbiamo avuto personalità”

Giovedì prossimo il portiere affronterà la sua ex squadra dove ha militato per cinque mesi

 

Nel pareggio – beffa di sabato scorso a Cittadella il portiere del Bari, Guarna, è stato uno dei migliori in campo sventando con due ottimi interventi il vantaggio della squadra di casa, tant’è che Somma lo ha inserito nei miglior undici della serie B. Al portiere biancorosso questo attestato di stima non può che far piacere ed oggi in conferenza stampa si è espresso così. “Sicuramente per me è un motivo di orgoglio. Potrei essere un falso nell’ammettere che si va in campo anche pensando alla propria prestazione. Se ogni giocatore gioca anche per la propria prestazione contribuisce anche alla prestazione della squadra. Ognuno deve cercare sempre di dare qualcosa in più”.

 

Guarna ha un piccolo rammarico, quello di non essersi ripetuto su Perez nell’occasione della rete del pareggio. “Quella del pareggio è stata una situazione strana perché è capitata quasi all’ultimo secondo. Guardando la fase di gioco dal campo sembrava che Perez fosse in fuorigioco. Rivedendo poi le immagini ho visto che il loro attaccante non era in fuorigioco. Inoltre c’era anche un fallo su Sabelli perché è stato trattenuto da Coralli. Questo ha consentito a Perez di essere mantenuto in gioco”.

 

Il portiere biancorosso non vuole fare nessuna polemica sulla sua vecchia squadra. “Non voglio fare nessuna polemica. Lo Spezia è stato un capitolo della mia vita perché mi ha insegnato tanto. A livello calcistico ho avuto un periodo sicuramente non positivo sotto tutti i punti di vista, ma è stata una esperienza che mi ha insegnato qualcosa. Non ho nessun rancore verso lo Spezia e verso nessuno. A Spezia ci sono situazioni particolari sia ambientali sia di risultati. Sicuramente anche i miei errori hanno pesato su questo. Ripeto, è stata una parentesi della mia vita. L’ho accettata e basta. Se giovedì dovessimo vincere sarò soddisfatto solo per il Bari. Non devo pensare allo Spezia”.

 

Dai suoi ex tifosi che seguiranno la squadra a Bari, Guarna non si aspetta nessun fischio. “La mia parentesi a Spezia è stata talmente breve che non mi aspetto nulla dai tifosi che seguiranno la squadra”.

 

Il portiere biancorosso non nasconde il fatto che a Cittadella gli era passato per la mente il fatto di non subire reti. “Devo essere sincero. Ho pensato proprio a questo. Sui cinque minuti di recupero dati dall’arbitro per me sono stati troppi anche analizzando quello che era successo in partita, i sei cambi e l’infortunio di Fedato l’arbitro poteva concedere massimo quattro minuti ed invece siamo andati oltre ai cinque minuti. Su qualsiasi campo dove siamo andati, per esempio a Latina, dove ci sono stati sei cambi con perdite di tempo continue e l’arbitro in quell’occasione ha concesso tre minuti di recupero. Dovevamo stare attenti fino all’ultimo. A Cittadella abbiamo rischiato poco tranne che in una occasione su un rimpallo su un tiro da fuori area. Secondo me in Lombardia abbiamo fatto un’ottima partita e non una buona partita. A livello di squadra ci siamo compattati bene, ci siamo difesi bene. Ormai loro non giocavano più, buttavano palla verso i loro attaccanti. Credo che bisogna gestire meglio le situazioni. Il goal del Cittadella è nato da alcune disattenzioni”.

 

Guarna ha visto contro il Cittadella una squadra migliore rispetto alle ultime prestazioni. “A Cittadella abbiamo avuto personalità nel difenderci quando c’era da difendersi e nel giocare quando ci davano la possibilità. Nelle ultime partite il Cittadella aveva creato tanto. Forse quella che aveva sbagliato nelle ultime quattro – cinque era stata quella con il Palermo che è una squadra di serie A. Sapevamo che in altre partite hanno creato tanto e contro di noi hanno creato pochissimo come le due palle – goal avute oltre al pareggio finale. Siamo soddisfatti per quello ma c’è rammarico per il pareggio subito all’ultimo secondo”.

Al portiere biancorosso fa rabbia il fatto di aver preso nelle ultime quattordici gare sempre una rete. “Personalmente a me fa rabbia e fa rabbia anche alla squadra. E’ normale che io sia il primo ad arrabbiarsi perché sono l’ultimo a difendere la porta. In alcune partite abbiamo preso goal evitabili. Alcune partite che potevano finire sul 2 – 0 sono finite invece 2 – 1. Per quanto riguarda questa statistica la striscia è negativa. Ripeto, facciamo bene ma facendo un errore grosso questo ci punisce. Se nell’arco dei 90° minuti concediamo pochissimo arriva una disattenzione grossolana, questa ci punisce”.

 

A questo punto Guarna ha parlato dello Spezia del nuovo tecnico Mangia. “Sansovini non sta facendo quello che ha fatto negli ultimi due anni. Riguardando le partite si nota l’importanza del giocatore che sa che cosa è la categoria. Lo Spezia ha tanti giocatori di categoria, giocatori che hanno vinto campionati. Col cambio di allenatore sicuramente qualcosa è stato dato da tutti. Vincendo a Lanciano 2 – 0, soffrendo pur non giocando un buon calcio sono stati concreti. E’ uno Spezia nuovo con un allenatore nuovo. Questo un po’ ci svantaggia perché se fosse rimasto Stroppa erano diciotto partite che giocavano nello stesso modo. Dobbiamo fare sempre il nostro calcio. Se contro lo Spezia riusciamo a mettere in campo quello che abbiamo messo a Cittadella vinceremo la partita”.

 

Di Micol Tortora

 

 

 

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.