lunedì , 26 giugno 2017
Home » Bari Calcio » Donati: “Dobbiamo provarci fino alla fine”

Donati: “Dobbiamo provarci fino alla fine”

Il centrocampista bergamasco ha fatto questa dichiarazione in occasione dell’ultimo incontro avuto oggi dal Bari calcio con le scuole
Si è concluso questa mattina presso l’Istituto scolastico “Margherita di Savoia”di Bari il progetto “Scuola e calcio un’unica squadra: la Bari” organizzato dalla società biancorossa in collaborazione con il Provveditorato agli Studi di Bari che ha visto il club di via Torrebbella durante l’anno calcistico, iniziato a dicembre e conclusosi nella giornata odierna, fare visita nei vari Istituti del capoluogo e della Provincia. Oggi i vari Guarna, Donati e altri collaboratori del club sono stati accolti da un grande entusiasmo. Il folto gruppo biancorosso è stato accompagnato da Romeo Paparesta il quale a fine avvenimento ha rilasciato una breve dichiarazione. “Bilancio notevolmente positivo con entusiasmo alle stelle. Visto l’euforia non sapevo se fossi in uno stadio o in una scuola. Questo affetto lo conosciamo già, ma l’abbiamo vissuto di persona, appuntamento dopo appuntamento, in questi mesi. Credo si sia centrato lo scopo di questo progetto avvicinando sempre più la squadra ai primi tifosi, i bambini e ponendo l’attenzione su argomenti importanti per la formazione dei ragazzi e per il loro sviluppo fisico e mentale”.

Donati, dopo l’incontro, ha rilasciato qualche breve dichiarazione su quello che il Bari ha lasciato in questi mesi a livello di punti. “Abbiamo lasciato troppi punti per strada. Dispiace per questo. Ora dobbiamo provarci fino alla fine. Non abbiamo fatto un super campionato, questo è vero. Tuttavia in tante partite non abbiamo raccolto quello che meritavamo. Sicuramente potevamo fare di più. Ora pensiamo solo a chiudere nel migliore dei modi”.

L’ex centrocampista dell’Atalanta aveva capito qualcosa che non andava durante il corso del campionato. “Il pareggio di Frosinone è uno di questi. Poi quello di Trapani. Alla fine qualche punto in più potevamo averlo. Non piangiamoci addosso. Il Bari sta vivendo il suo primo anno dopo il fallimento e non è mai facile riordinare tutto per centrare i massimi obiettivi. Il Catania è l’esempio di squadra che pensava di vincere facile, e invece… Per ottenere buoni risultati, in questo sport, molte cose devono incastrarsi al meglio”.

Donati ha spiegato anche il fatto per cui l’attacco segna poco. “Quando parliamo di pochi goal non punto il dito sull’attacco, ma su tutta la squadra, anche i difensori. Sono mancate le reti su palle inattive che decidono tante partite. Diciamo che per l’anno prossimo bisognerà fare importanti miglioramenti. Spero che il primo sia il rinnovo di un serio professionista com’è Guarna”.

E sui moduli ha detto: “Moduli? Sono relativi, l’importante è l’atteggiamento messo in campo”.
Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.