lunedì , 24 aprile 2017
Home » Bari Calcio » “Dobbiamo cercare di trovare la giusta mentalità e la giusta grinta”

“Dobbiamo cercare di trovare la giusta mentalità e la giusta grinta”

E’ questo quanto ha dichiarato quest’oggi in conferenza stampa il capitano Defendi

 

“Dobbiamo cercare di trovare la giusta mentalità e la giusta grinta”. Sono state queste le dichiarazioni di maggior spicco rilasciate quest’oggi in conferenza stampa da capitan Defendi. Il centrocampista bergamasco ancora non sa se contro il Cittadella mister Alberti lo schiererà ancora da trequartista. Sinceramente ancora non lo so. Penso di no, non amo essere messo al centro. Se dovessi essere schierato ancora in quella posizione lo rifarò cercando di dare il massimo. Però penso adesso di non giocare trequartista. Non so ancora quali saranno le scelte del mister prima della partita o domani”.

 

Il centrocampista biancorosso fino a questo momento ha ricoperto qualsiasi ruolo, gli manca solo quello di portiere. E su questo Defendi ci ha scherzato su. “Volevo mettermi d’accordo con Guarna e giocare le ultime partite in porta. Mi manca solo quello”.

 

Defendi si è soffermato sulla buona prestazione di Beltrame nell’Under 21. “Dopo la doppietta realizzata con la maglia azzurra il ragazzo è tornato carico e motivato. Spero possa darci il suo contributo sabato”.

 

Il capitano non si considera il “jolly” di questa squadra. Il perché lo spiega così. “Preferirei ricoprire uno o due ruoli e dare il massimo. Ricoprirne di più darei l’ottanta per cento. Queste sono scelte che fa il mister. Io cerco di mettermi sempre a disposizione e di dare sempre il massimo anche se a volte sono consapevole di non dare il massimo”.

 

E sul punto di penalizzazione che il Bari avrà per non aver pagato i contributi il centrocampista biancorosso si è espresso in questo modo. “Secondo me non c’è nulla da spiegare. I fatti sono questi. Dobbiamo solo accettarne le conseguenze e basta. Sicuramente c’è rammarico perché sono sempre punti persi che potrebbero fare sempre comodo. Noi non ci possiamo fare niente. L’unica cosa che possiamo fare è continuare ad allenarci per arrivare pronti alle partite che seguiranno e cercare di vincerle”.

 

Per Defendi la cosa importante è cercare di tenere a galla questa squadra e questa città. “Per noi è una responsabilità in più, nel senso che noi dobbiamo fare del nostro. L’unica cosa che dobbiamo fare è quello di cercare di vincere sul campo e di eliminare il gup della penalizzazione. Sicuramente la responsabilità del punto in meno non è una nostra colpa”.

 

Alla fine del girone di andata mancano appena tre gare. Il capitano ha una sua idea su questo Bari. “Il Bari è una squadra che deve ancora crescere in quanto a tratti ha mostrato del bel gioco, ha mostrato una squadra unita e che non molla mai. Nelle ultime gare il gioco è venuto meno, ma non la grinta che non è mai mancata. A tratti in questo girone di andata si è visto un Bari molto bello da vedere con risultati che sono mancati. Al contrario a volte si è visto un Bari non bello che è riuscito a portare a casa qualche punto. Diciamo che dobbiamo trovare una via di mezzo. Dobbiamo cercare di trovare un equilibrio che è quello che cerchiamo di fare in settimana durante gli allenamenti per arrivare pronti alle gare del sabato”.

 

Sul calcio scommesse e sulla gara Bari – Cesena il capitano non si è pronunciato. “Su questo non voglio dire niente perché personalmente non c’è niente da dire. Non so neanche il perché sia uscita questa notizia”.

 

Contro il Cittadella, Defendi vorrebbe tornare alla vittoria per allungare in classifica. “Deve essere l’occasione per cercare i tre punti e tornare alla vittoria esterna. Quello di Cittadella dovrà essere un punto di partenza”.

 

E su alcune voci di mercato che danno alcune squadre interessate a lui ha detto. “Sinceramente ora non ci sto pensando. Penso solo a fare bene qui. Se ci sarà di parlare di un futuro ne riparleremo a giugno. Adesso cerco solo di pensare al Bari e al bene di questa squadra. Onestamente non ho chiesto nulla al mio procuratore perché non ho voglia di pensare ad altro. Cerco solo di pensare al campionato”.

 

Defendi non avrebbe mai creduto che Cittadella – Bari potesse essere una partita – spareggio per i playout alla fine del girone di andata. “Sinceramente non avrei pensato neanch’io. Anzi non ci avrei mai pensato. Però questa è la situazione. Dobbiamo cercare di tornare alla vittoria e di risalire presto in classifica”.

 

Il capitano ha un suo pensiero per uscire da questa situazione. “Per uscire fuori da questa situazione serve una mentalità giusta . Bisognerà andare sul campo del Cittadella per vincere a tutti i costi anche non giocando bene. Adesso quello che ci serve sono solo i tre punti e per fare questo bisognerà avere una mentalità di una squadra che non molla su tutti i palloni. Servirà una squadra che vorrà vincere a tutti i costi. Dobbiamo cercare la mentalità di una squadra che vuole salvarsi”.

 

I giocatori del Bari non si sono fatti una tabella per arrivare al giro di boa con tot punti. Ecco a tal proposito il pensiero del capitano. “Personalmente spero di vincere le ultime tre gare che rimangono fino alla fine del girone di andata. I calcoli io non li ho mai fatti. Cerco di vivere la settimana e la partita. Spero che dalla partita contro il Cittadella ci sia un cambio di marcia”.

 

 

Di Micol Tortora

 

 

 

 

 

 

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.