sabato , 22 luglio 2017
Home » TV e Intrattenimento » Diploma massaggiatore: corsi Accademia Italiana Massaggio
accademia massaggi

Diploma massaggiatore: corsi Accademia Italiana Massaggio

Esiste un diploma da massaggiatore? Le normative e la formazione nel settore

Se il tuo sogno è quello di lavorare con i massaggi, che siano di stampo sportivo così come orientale oppure olistico, beh la strada per la formazione è da diversi anni più chiara, grazie a molti centri e scuole di massaggio presenti nel territorio italiano, oltre alla normativa, dal 2013 maggiormente definita.

L’abilitazione per lavorare con i massaggi

La formazione per i massaggiatori o massaggiatrici, segue le normative che regolamentano questa figura professionale, definita operatore del massaggio. Per diventare massaggiatore professionista, certamente sono necessarie delle doti personali oltre che dei meri fogli di carta, ma è comunque obbligatoria la frequentazione di specifici corsi per il massaggio, dal livello base a quello specialistico, tenuti da scuole abilitate a rilasciare titoli validi a livello legale, per poter esercitare la professione.

Diploma di operatore massaggi con valenza nazionale

Il Diploma è il riconoscimento che viene rilasciato dalle scuole dedicate all’arte dei massaggi, alla fine di un percorso formativo che dura in modo variabile, a seconda delle specializzazioni che si intendono seguire.

Un corso base di massaggio, di regola impostato su circa 60-100 ore, prevede il superamento di un esame e la possibilità, in tal modo, di ottenere dei riconoscimenti da organismi che operano nel settore sportivo o della terapia del massaggio.

Al termine dell’esame, se il risultato viene giudicato positivo, il diploma di operatore del massaggio viene consegnato dalla commissione d’esame, per essere poi utilizzato ai fini professionali. Sia per un colloquio di lavoro come massaggiatore sia per l’apertura di un centro massaggi in proprio.

La normativa in merito

Il diploma, deve essere conforme alle direttive riportate nell’art.7 della Legge n.4 del 14.01.2013 (G.U. 26.01.2013), dove si parla esplicitamente di un inquadramento legislativo dell’operatore del massaggio, al pari di altre professioni non regolamentate dall’albo professionale. Ovvero, i massaggiatori non hanno la necessità di iscrizione ad un albo dei professionisti (come ad esempio gli avvocati, gli architetti, etc.) e, per questo, possono esercitare la propria professione senza una particolare e ulteriore abilitazione.

 

Gli attestati o diplomi rilasciati da scuole di massaggio riconosciute, quindi, già autorizzano alla pratica professionale dei massaggi olistici, massaggi benessere o sportivi.

 

Per l’apertura di un’attività in proprio come centro massaggi, le leggi a riguardo sono regolate al livello regionale o locale ma, in linea di massima, è possibile creare un’attività professionale autonoma aprendo un locale e una partita IVA come operatore del massaggio – occhio che ci saranno responsabilità legali e fiscali da sostenere, per le quali però il diploma rende possibile l’assunzione.

La responsabilità civile verso terzi per il proprio operato, è un fattore importante da considerare ed è bene informarsi su eventuali assicurazioni a riguardo.

Quando si lavora con il corpo, è sempre ottimale premunirsi sulle tante eventualità scatenate dalle proprie azioni di manipolazione. Si tratta, solitamente, di polizze RC professionali per gli operatori del benessere, pensate per la copertura danni e rischi professionali, in modo che il massaggiatore possa lavorare in tranquillità. Anche se non sussiste l’obbligo di assicurazione per il settore benessere, la maggior sicurezza che fornisce una polizza RC protegge da cause legali, danni a persone, multe, chiusure del centro massaggi, etc.

Massaggiatori, fisioterapisti o estetisti

È importante, comunque, non confondere il massaggio dedicato al benessere e il suo relativo diploma professionale, con i massaggi di tipo terapeutico o di tipo estetico, che sono praticabili solo da estetisti e fisioterapisti, forniti di un diploma ben differente.

 

Le scuole o accademie dedicate al massaggio estetico sono quelle che forniscono il diploma di qualifica di estetista, anch’esso spesso riconosciute a livello nazionale e internazionale, per il quale è necessaria una frequenza di circa 2 anni.

Un diploma che consente l’apertura di un centro estetico, oppure di lavorare con tecniche e macchinari dedicati ai trattamenti estetici presso i centri benessere o di bellezza.

 

Per i fisioterapisti, invece, esistono degli specifici diplomi del Corso di Laurea in Fisioterapia, organizzati di regola presso le facoltà di medicina e chirurgia (D.M. 270/04) – anche per questa professione non esiste un albo dei fisioterapisti ma il diploma è abilitante all’esercizio dell’attività come fisioterapista professionista.

 

Chi vuole diventare massaggiatore può prendere un attestato o diploma di frequenza di base ma può anche essere motivato ad una specializzazione dopo un percorso di fisioterapia o di estetista professionista. Diversi corsi di massaggio olistico, ayurvedico, sportivo, sono ottimali anche per chi desidera ampliare le proprie conoscenze sulle tecniche di manipolazione.

 

È possibile, comunque, ottenere il diploma di massaggiatore olistico o massaggiatore sportivo, sempre all’interno della normativa che regolamenta gli operatori del massaggio. Da non confondersi con i corsi da personal trainer, istruttore di fitness o corsi per migliorare le prestazioni sportive, la formazione per i massaggiatori sportivi è altamente ricercata nel settore atletico, spesso effettuata ai fini professionali, anche da fisioterapisti e fisiatri per la riabilitazione motoria.

Opportunità di lavoro con il diploma di massaggiatore

Il riconoscimento ottenuto tramite il diploma, che si ritiene conforme alla legge suddetta, offre al diplomato varie possibilità lavorative nel settore massaggi.

  • Come massaggiatore libero professionista con Partita IVA.
  • Come massaggiatore presso centri benessere.
  • Lavoro tramite l’iscrizione a diverse enti e associazioni affiliate al CONI.
  • Ricevendo compensi per l’attività prestata presso associazioni sportive dilettantistiche.

 

La numerosa richiesta di corsi per operatori del massaggio, ha creato negli ultimi anni una formazione dedicata a molte persone, creando una piccola saturazione del mercato.

Per questo, vista comunque la richiesta dei clienti, si prediligono prima i corsi base e, successivamente, i corsi sulle tecniche specialistiche di massaggio. Specializzazioni che forniscono una conoscenza adeguata a diverse esigenze di manipolazione e benessere: dai massaggio orientali a quelli californiani, massaggio olistici e dedicati ai bambini, shiatsu o thailandesi…

I corsi per ottenere il diploma

Diverse sono le materie di studio, presenti nei programmi dei corsi per massaggiatori tra cui le basi di anatomia, fisiologia, studio dei sistemi respiratorio, circolatorio, etc., da cui si passa alle le tecniche base di massaggio oppure tecniche avanzate per massaggi anticellulite, decontratturanti, dimagranti, anti-ipertensione, antidepressivi, dedicati al ripristino dell’equilibrio psico-fisico, e così via.

Chi desidera diventare un massaggiatore dovrà studiare metodi per manovre ben precise a seconda delle tecniche manipolatorie utilizzate, da eseguire sulle fibre muscolari e sul sistema circolatorio. Si segue la direzione della circolazione sanguigna, per passare dalle estremità al cuore – dal basso verso l’alto, oppure verso il centro del corpo; oppure per la tonificazione, si studiano manipolazioni decise e incisive… insomma diverse metodologie, dedicate all’acquisizione delle nozioni fondamentali e necessarie per superare l’esame finale e ottenere il diploma di operatore del massaggio.

Tutto su Ivan Lapicirella