domenica , 30 aprile 2017
Home » Bari Calcio » Defendi: “Sono diventato più sicuro”

Defendi: “Sono diventato più sicuro”

Il nuovo ruolo, da mediano, non gli dispiace, anzi

 

 

Nel girone di andata Defendi non aveva convinto granché perché non riusciva ad esprimersi come avrebbe voluto. Al contrario, nel girone di ritorno il tecnico Torrente prima sulla fascia, poi da terzino, lo ha schierato definitivamente da mediano ed è stata questa la svolta perché questa sua nuova posizione lo ha rinvigorito e lo ha fatto tornare il Defendi che tutti i tifosi si aspettavano. Ecco cosa ha detto in merito oggi il mediano biancorosso. E’ scattato qualcosa dentro di me che mi ha portato ad essere più sicuro. Molto è servita la continuità in campo e il ruolo. Magari giocare così mi riesce meglio e mi da più possibilità di esprimermi. Ringrazio prima di tutto il mister per questa scelta e per la fiducia che mi sta dando. Ci tengo però a dire che ho sempre dato il massimo in qualunque posizione”.

 

Il mediano biancorosso ha anche parlato dell’equilibrio che è tornato in tutta la squadra, dove ogni giocatore sa cosa fare. “La nostra é un’ottima squadra dove ognuno di noi è un elemento importante e deve sentirsi tale. Riusciamo a giocare con tutte le squadre senza timori. Questo di ora, ve lo garantisco, è il vero Bari capace di vincere in dieci partite difficili”.

 

E sul prossimo avversario, il Livorno, ha detto. “Non sono li su in classifica per caso. Hanno buoni giocatori di qualità ed esperienza. Ma ripeto questo Bari non è da meno. Siamo in corsa dopo questi cinque risultati positivi e vogliamo continuare a correre per salvarci il prima possibile”.

 

Intanto capitan Caputo si è operato questo pomeriggio dopo aver, lunedì sera, rimediato una botta in faccia in uno scontro di gioco durante la gara con l’Empoli. Botta che ha provocato la frattura dell’arcata zigomatica destra ridotta attraverso un intervento chirurgico nel reparto di chirurgia maxillo facciale dell’ospedale Miulli di Acquaviva.

 

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.