domenica , 30 aprile 2017
Home » Bari Calcio » Contro la Juve Stabia finisce 1 – 1

Contro la Juve Stabia finisce 1 – 1

Al vantaggio – lampo dei padroni di casa al 2° del primo tempo con Baraye risponde nella ripresa al 27° Marotta appena mandato in campo da Alberti

 

Quella tra Juve Stabia e Bari è stata una partita strana, almeno nel primo tempo quando già al 2 minuto i biancorossi erano già sotto di una rete grazie ad un goal di Baraye. Durante tutti i primi quarantacinque minuti si è assistito ad un dominio sterile da parte dei ragazzi di mister Alberti i quali non sono mai riusciti ad impensierire il portiere di casa Calderoni. Al contrario le vere occasioni da rete le hanno avute le “vespe”. Nella ripresa, al 27°, il Bari è pervenuto al pareggio con un gran tiro di destro da parte di Marotta appena entrato in campo. Solo dopo il pareggio i giocatori biancorossi hanno incominciato ad essere più incisivi e pericolosi rispetto alla prima parte della gara, ma il risultato finale è stato 1 – 1. Un pareggio che muove di poco la classifica del Bari.

 

LA CRONACA:

 

Al 2° minuto del primo tempo prima azione della squadra di casa e prima rete. Cross basso dalla destra di Sowe per Baraye che anticipando un difensore biancorosso realizza la rete dell’ 1 – 0. All’ 10° ammonito Galano per proteste. Dopo tre minuti gran botta di sinistro su punizione di Vitale. Il suo tiro finisce di poco alto sulla traversa. Al 14° il capitano del Bari, Defendi crossa per Joao Silva in area di rigore. L’attaccante viene anticipato da Martinelli. Al 23° la Juve Stabia sbaglia la palla del raddoppio. Errore di Samnick, Sowe ne approfitta e a tu per tu con il portiere Guarna manda la palla fuori sulla sinistra del portiere. Al 25° l’arbitro Ciampi ammonisce Defendi per fallo su Baraye. Dopo tre minuti conclusione di Defendi su angolo di Galano, palla che sfiora il palo destro. Al 31° tiro di sinistro di Zampano parato da Guarna. Dopo quattro minuti ancora Juve Stabia. Rasoterra di Vitale parato dal portiere biancorosso. Al 36° Alberti sostituisce l’infortunato Samnick con Polenta.

 

Nella ripresa al 1° Alberti manda in campo Sabelli per Calderoni. Sempre al 1° gran tiro da fuori di Sowe parato da Guarna. Al 7° tiro di Sabelli dalla distanza parato senza alcun problema dal portiere Calderoni. Al 15° Alberti manda in campo Marotta al posto di Beltrame. Al 23° ammonito Ceppitelli per fallo su Baraye. Prima sostituzione per la Juve Stabia. Pea manda in campo Diop per Baraye. Al 24° palla – goal per la squadra di casa con Sowe che colpisce il palo con un pallonetto. Seconda sostituzione per la Juve Stabia. Dentro Parigini, fuori Sowe. Al 27° il Bari pareggia con un tiro di destro da lontano di Marotta che il portiere non trattiene. Al 31° gran rasoterra di Romizi respinto da Calderoni. Al 35° cross dalla sinistra di Defendi, colpo di testa di Galano che manda la palla alta sulla traversa. Dopo due minuti l’arbitro Ciampi ammonisce Fossati per fallo di gioco. Al 39° Pea manda in campo Scottarella per Martinelli. Al 45° l’arbitro ammonisce Joao Silva per proteste.

 

 

LE FORMAZIONI:

 

JUVE STABIA ( 3 – 5 – 2 ): Calderoni; Martinelli; Di Nunzio; Murolo; Zampano; Scozzarella; Mezavilla; Suciu; Vitale; Baraye; Sowe

 

BARI ( 3 – 4 – 3 ): Guarna; Samnick; Ceppitelli; Chiosa; Defendi; Fossati; Romizi; Calderoni; Galano; Joao Silva; Beltrame

 

90°:

 

Alberti: “Sono soddisfatto del risultato un punto importante su di un campo molto difficile. Prendere goal in avvio è stato un duro colpo, ma la squadra ha reagito con grande personalità e non ha sbandato. Sapevamo di affrontare una buona formazione e che i tifosi avrebbero dato un grande sostegno; ma i ragazzi hanno saputo tener testa e non hanno mai mollato, meritando il pareggio”.

 

Marotta: “Questo goal è una grande iniezione di fiducia, mi dà la forza per continuare e fare sempre meglio. E’ un premio alla mia caparbietà, ho faticato per trovare il posto in squadra e sono contento di essermi fatto trovare pronto quando il mister ha avuto bisogno di me. Ho sfogato la mia rabbia dopo mesi di delusioni. La mia gioia era incontenibile e volevo condividerla con il gruppo che mi è stato sempre vicino. Sapevo di non essere la prima scelta ad inizio stagione ma mi sono sempre impegnato pronto per sfruttare le occasioni che mi sarebbero state concesse, oggi è accaduto questo”.

 

Di Micol Tortora 

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.