domenica , 25 giugno 2017
Home » Bari Calcio » Contro la capolista il Bari non meritava la sconfitta

Contro la capolista il Bari non meritava la sconfitta

Sono stati i goal di Pavoletti nei primi quarantacinque minuti e di Terranova nella ripresa, intervallata dalla rete di Defendi, a regalare ai neroverdi la vittoria

 

Sassuolo – Bari è stata una partita dalle due facce. Mentre nei primi quarantacinque minuti i biancorossi hanno sofferto, non poco, le veloci ripartenze della squadra avversaria e la difesa è andata in affanno sugli attaccanti emiliani, tant’è che al 23° il Sassuolo è passato in vantaggio con un tiro di Pavoletti in diagonale, nella ripresa si è assistita ad un’altra gara dei ragazzi di Torrente che sono rientrati in campo più decisi e motivati ed anche i due entrati, Tallo e Fedato, hanno dato più velocità alla manovra del Bari, tant’è che al 27° Defendi ha pareggiato la gara con un gran tiro da fuori area. Purtroppo, però, dopo sette minuti la capolista si è riportata in vantaggio con un difensore, Terranova. Peccato per com’è andata perché il Bari visto nella ripresa non meritava di perdere. Ora la squadra di mister Torrente è attesa sabato prossimo al San Nicola dove affronterà lo Spezia.

 

LA CRONACA:

 

Al 1° minuto del primo tempo combinazione Caputo – Ghezzal, conclusione di quest’ultimo respinta dal portiere di casa in angolo. Al 10° si vede in attacco il Sassuolo. Traversa di Berardi con un gran tiro dal limite dell’area biancorossa. Dopo quattro minuti cross dalla destra di Rossi e per poco in area avversaria non arriva Iunco. Al 19° Di Francesco sostituisce Gazzola, infortunato, con Laverone. Al 23° il Sassuolo passa in vantaggio con Pavoletti con un tiro in diagonale che batte Lamanna. Al 28° ancora Bari. Tiro da fuori area di Ghezzal, Caputo tenta una deviazione di testa, non arrivandoci e Pomini para. Al 37° punizione di potenza di Magnanelli per una trattenuta di Ceppitelli su Berardi, respinta con i pugni da Lamanna. Dopo cinque minuti cross dalla sinistra di Ghezzal parato da Pomini. Al 44° conclusione di yesta di Berardi, alta sulla traversa. Il primo tempo si chiude con una conclusione da fuori area di Sciaudone andata fuori al 46°.

 

Nella ripresa si vede in attacco subito il Bari al 1° con una conclusione da fuori area di Bellomo deviata da un difensore in angolo. Dopo un minuto ancora una conclusione, questa volta di Ceppitelli da dentro l’area di rigore avversaria, deviata ancora una volta in angolo. Al 9° Torrente manda in campo Tallo per Iunco. Al 12° ammonito Magnanelli per fallo su Sciaudone. Al 15° ancora una sostituzione per il Sassuolo. Di Francesco manda in campo Troiano per Troianiello. Torrente replica mandando in campo Fedato al posto di Sciaudone al 16°. Al 23° grande punizione di Berardi di sinistro respinta in angolo da Lamanna. Dopo un minuto ultima sostituzione per il Bari. Il tecnico biancorosso manda in campo Galano al posto di Ghezzal. Al 25° Sassuolo ancora vicinissimo al goal con un tiro di Missiroli che colpisce il palo. Al 26° punizione di Bellomo deviata in angolo. Dall’ angolo tiro da fuori area di Defendi che, con un gran tiro, pareggia per i biancorossi. Al 29° si fa vedere nuovamente il Sassuolo con un gran tiro da fuori area di Berardi respinto da Lamanna. Al 31° ammonito Defendi per fallo su Longhi. Il giocatore, diffidato, salterà la prossima partita. Al 34° arriva il raddoppio del Sassuolo. Punizione di Berardi che viene respinta da Lamanna, arriva Terranova che deposita in rete. Al 36° ultima sostituzione anche per gli emiliani. In campo Bianchi per Pavoletti. Al 45° espulso Dos Santos per fallo su Berardi al limite dell’area di rigore. Al 46° punizione di sinistro di Troiano respinta da Lamanna.

 

LE FORMAZIONI:

 

SASSUOLO ( 4-3-3): Pomini; Gazzola; Bianco; Terranova; Longhi; Chibsah; Magnanelli; Missiroli; Troianiello; Pavoletti; Berardi

 

BARI ( 4 – 3 – 3 ):Lamanna; Polenta; Ceppitelli; Dos Santos; Rossi; Defendi; Sciaudone; Bellomo; Iunco;Caputo; Ghezzal

 

90°:

 

Torrente: “Siamo stati poco attenti nella situazione del raddoppio, dal portiere ai difensori, ma il goal nasce da una punizione che non c’era. Credevo di poter portare a casa un risultato positivo, ma l’errore dell’arbitro ha cambiato tutto. Defendi ha preso anche un’ammonizione che gli costerà la squalifica per un fallo inesistente. Questo al di là del valore del Sassuolo che ha dimostrato durante la gara di essere una grande squadra. Noi siamo venuti qui a giocarcela a viso aperto. Di positivo rimane la prestazione, di cui sono contento. I cambi? Volevo recuperare la partita e ci eravamo riusciti”.
Defendi: Peccato perché eravamo riusciti a recuperare la partita. Un punto ci avrebbe fatto comodo. Siamo stati ingenui a prendere il goal, le colpe non sono tutte di Lamanna. Vanno fatti i complimenti al Sassuolo, la squadra più forte del campionato. Ora prendiamo quello che c’è di buono e ripartiamo. Sono contento del mio periodo positivo e che sto riuscendo a dare un buon contributo alla squadra. Mi dispiace per l’ammonizione che non c’era e che mi costerà un turno di squalifica”.
Di Micol Tortora

 

 

 

 

 

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.