giovedì , 29 giugno 2017
Home » Bari Calcio » “Continuità di risultati? Non è stata una qualità di questa squadra”

“Continuità di risultati? Non è stata una qualità di questa squadra”

Lo ha detto oggi in conferenza stampa mister Nicola il quale ha poi aggiunto che “per me la continuità di risultati c’è stata soprattutto nel girone di ritorno e che si può fare senz’altro meglio”
Domani pomeriggio il Bari è atteso da un’altra difficile gara contro il Crotone degli ex Dos santos e Stoian. Sicuramente quella di domani per i biancorossi non sarà facile visto che affronteranno una squadra alla ricerca di punti importanti per tentare di poter rimanere in serie cadetta. In queste ultime partite la squadra di mister Nicola ha trovato grandi difficoltà a mettere la palla in rete e proprio su questo si è soffermato l’ex tecnico del Livorno. “Dobbiamo trasformare in rete le occasioni che creiamo. Io ho guardato un pò di numeri. Ci sono pochissime squadre che creano quattro occasioni da goal in un tempo. Noi dobbiamo diventare bravi a mettere dentro quelle, subito, appena capitano. Devi essere abile perché questo fa la differenza. Questo ti può portare a indirizzare la partita su binari diversi”.

Poi il tecnico è tornato a parlare della gara di Terni. “La partita di terni se tu sei li diventa un loro problema perché anche per loro la classifica risulta particolare e quindi si devono mettere nella condizione di sfruttare un altro tipo di gioco. Io mi sarei preoccupato se non avessimo creato ed invece, secondo me, siamo andati a Terni con l’intenzione di vincere la partita e si è visto dall’approccio iniziale e da tutto fino al loro goal dove abbiamo sbagliato noi. Poi ci si concentra solo su quel tipo di errore, ma l’errore è stato anche quello di non aver segnato prima”.

Nicola ha parlato anche del perché Caputo ed Ebagua non segnano da tanto. “Si, è vero. Però non dobbiamo dimenticarci che un attaccante non c’era perché era squalificato e lo sarà ancora per un’altra giornata mentre l’altro in questa situazione non è stato abile e fortunato a mettere le palle dentro. Però non è che non abbiamo avuto occasioni da goal. Poi poco importa chi le ha, l’importante è che se tu le hai le devi concretizzare. Abbiamo sempre detto che una squadra completa deve essere in grado di poter andare a segno con più effettivi. Ci stiamo anche riuscendo e stiamo creando delle occasioni per poter vincere delle partite. La differenza è sempre così. Io mi preoccuperei se non avessimo occasioni”.

Per la partita di domani il tecnico del Bari sta pensando a diverse soluzioni. “Sto pensando a diverse soluzioni come faccio ogni settimana e poi quella che mi sento meglio dentro la prenderò in considerazione”.

Nicola non è d’accordo che si debba parlare di salvezza come obiettivo finale. “Noi siamo convinti di poter sfruttare ogni singola occasione, poi la filosofia è molto semplice. Sono convinto che chi è stato in alto, chi dimostra a se stesso di poter vincere lo può rifare. Da questo punto di vista non è che mi preoccupo eccessivamente di una partita che non va come voglio. Quando non va come voglio e non sono contento prima o poi sarà come la vorrò io perché quando dimostri che puoi fare un determinato cammino con certi tipi di punti, soprattutto nell’ultimo periodo, mi aspetto che si possa rifare”.

Mister Nicola ha poi spiegato anche il motivo del perché questa squadra non riesce a dare continuità di risultati. “Se per continuità di risultati ci si riferisce al fatto che ogni sabato tu possa raccogliere qualcosa si. Secondo me non è stata una qualità di questa squadra perché probabilmente la continuità di risultati è frutto di un certo tipo di percorso, di non eccessivi cambiamenti, di convinzione che cresce di partita in partita e di tante cose. Probabilmente c’è anche il discorso che quando fai tre risultati utili consecutivi ti aspetti che il quarto sia quasi un esame più difficile. In realtà è lo stesso tipo di esame, basta solo baipassarlo mentalmente e pensare che ce la puoi fare. Da questo punto di vista si sta cercando di lavorare in questo senso. Per me la continuità di risultati è in un ampio raggio e per ampio raggio è soprattutto il girone di ritorno. Non abbiamo difettato troppo in questo senso. Si può fare meglio”.

Mancano otto gare al termine della stagione. Il Bari si trova a cinque punti dalla zona playout e a sei dalla zona playoff. Ecco il pensiero di Nicola. Si, è vero. Il Bari è a cinque punti dalla zona playout e a sei punti dalla zona playoff. Questa squadra non è forte da essere tra le prime tre. Devi valutare la realtà e l’ambiente in cui sei. La mia idea finale è quella di arrivare ai playoff. Per il momento è importante porsi micro – obiettivi”.

Poi il tecnico dei biancorossi ha parlato di quale può essere la sua gratificazione. “La gratificazione è raggiungere subito i 50 punti per poi raggiungere altri obiettivi”.

Domani i biancorossi affronteranno una squadra che tenterà di portare a casa tre punti importanti per la sua classifica. Ecco il pensiero del tecnico. “Per me tutti gli avversari che affronteremo al “San Nicola” verrano qui carichi. Dovremo noi essere bravi cercare di fare la partita”.

Nicola ha parlato anche di quello cheè attualmente il limite di questa squadra. “Il nostro limite è quello di costruire tanto ma di non concludere come la squadra avrebbe dovuto fare”.

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.