domenica , 19 novembre 2017
Home » Fai da te » Come lucidare le cromature e cromatura spray
Come lucidare le cromature e cromatura spray

Come lucidare le cromature e cromatura spray

Come risparmiare sul costo cromatura o lucidare le cromature se i pezzi di cromatura sono saltati via dalle parti cromate delle nostre moto ?
Spesso le cromature delle nostre moto sono sottoposte a forti sollecitazioni date da sbalzi di temperatura per i collettori e le marmitte o agenti atmosferici e salsedine per gli ammortizzatori ed il parafango.
A volte il costo cromatura è elevato, occorre quindi salvaguardare le parti cromate con facili gesti che prolungheranno la vita dei componenti cromati.
Nel caso di parti sane, almeno una volta al mese sarebbe utile, dopo aver lavato la moto ed aver eliminato tutti i residui di shampoo, passare una pasta per cromature professionale in modo che si possano levare tutti i fiori di ruggine ed evitare che l’ossidazione scenda in profondità.
Ovviamente questa è un’operazione da fare all’ombra e che richiede poca professionalità, tanta pazienza, molti stracci, uno spazzolino ed un secchio di acqua calda per il risciacquo.
Solitamente le paste per cromature si applicano a piccole dosi sulle parti da lucidare e, con un movimento circolare, si provvede alla lucidatura ed alla eliminazione dei punti di ruggine. Una volta lucidato tutto il pezzo, si provvede a sciacquare con acqua calda e ad asciugare bene con uno straccio pulito e ben asciutto.
Se la parte da trattare è grande, senza sprecare troppa pasta lucidante per cromature potrebbe essere più economico strofinare della carta stagnola (si proprio l’alluminio da cucina) sul pezzo da trattare. Per evitare di avere dita doloranti un’idea è quella di avvolgere con 2 o 3 giri di carta d’alluminio una spugnetta da cucina e strofinare bene. Dopo aver levato il grosso con la stagnola, si potrà procedere a passare la pasta lucidante ed infine risciacquare con acqua calda ed asciugare bene.
In casi di ruggine estrema e quindi di vaste aree di cromatura venuta via, il solo rimedio è sabbiare la parte usando una grana molto fine come la sabbia a grana 400 per evitare danni al metallo sottostante e rifare la cromatura.
Sono in commercio bombolette di vernice cromata che si usano come delle normali vernici spray.
Una volta sabbiata la parte ed eliminata tutta la cromatura, occorre lavare bene il pezzo da verniciare magari passando un panno inumidito con diluente acrilico per renderlo pronto alla verniciatura.
Si provvederà a fare due o tre passate di vernice ad intervalli di un’ora l’uno dall’altro. Una volta terminata la verniciatura si potrà passare il lucido. Chiaramente se le parti da verniciare sono pezzi che raggiungono alte temperature come collettori o silenziatori sarà necessario farsi preparare, da negozi specializzati per colori auto e moto, delle bombolette con colore e lucido che siano resistenti alle alte temperature.
Verniciare con bomboletta cromata non equivale ad avere una cromatura, ma il risultato è davvero buono ed economico soprattutto se si applica bene la vernice cromata.

disclaimer

Tutto su Alex Grimaldi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.