venerdì , 26 maggio 2017
Home » Bari Calcio » Bari, per Angelozzi i ragazzi hanno fatto bene

Bari, per Angelozzi i ragazzi hanno fatto bene

Angelozzi: “Questa sera ho visto una squadra messa bene in campo. Ha fatto una partita eccezionale sotto l’aspetto che ha costretto l’Empoli a non giocare”

 

Il Bari esce dal “Castellani” di Empoli con un pareggio che fa classifica. Certo è che la squadra biancorossa non ha affrontato la partita con l’approccio giusto visto che l’atteggiamento del Bari non ha convinto appieno. Dopo questo pareggio la squadra di Alberti si ritrova quart’ultima in classifica. Alla vigilia c’è un Varese che vorrà fare punti sabato pomeriggio. Vedremo come andrà a finire.

 

LA CRONACA:

 

Al secondo minuto del primo tempo gran tiro di Defendi, pallone di poco alto. Al 10° Empoli in vantaggio con un diagonale di destro di Tavano. Al 24° azione personale di Beltrame con tiro alto sulla traversa. Dopo tre minuti Fedato, servito da sviaudone, manca incredibilmente il pareggio a tu per tu col portiere Bassi. Al 29° conclusione da fuori area di Pucciarelli respinta da Guarna in angolo. Al 32° colpo di testa di Galano di poco alto alla destra del portiere. Dopo tre minuti l’arbitro ammonisce Tonelli per fallo su Fedato. Al 38° il tecnico empolese manda in campo Castiglio per Croce infortunato. Il primo tempo si conclude con un tiro di Sciaudone di destro parato da Bassi.

 

Nella ripresa al 4° minuto destro di Tavano con Guarna che devia in angolo. Al 17° l’arbitro ammonisce Fedato per gioco falloso. Al 23° Maccarone va vicino al raddoppio con una mezza rovesciata. Pallone alto. Al 24° l’Empoli sostituisce maccarone per Mchelidze. Dopo tre minuti Alberti manda in campo Marotta per Sciaudone. Al 28° sinistro di Fossati, parato. Al 32° il Bari pareggia. Fossati per Galano, tiro di sinistro che colpisce il palo alla sinistra del portiere e palla in rete. Dopo un minuto l’allenatore dell’Empoli manda in campo Verdi per Pucciarelli. Come contromossa dopo tre minuti mister Alberti manda in campo Romizi per Galano. Sempre al 36° ammonito Fossati per gioco falloso. Dopo due minuti l’arbitro ammonisce Valdifiori per fallo su Fossati. Al 43° tiro – cross per Tavano parato in due volte da Guarna. Al 47° occasione – goal per l’EmpoliTiro di Mchelidze respinto sulla linea da Ceppitelli.

 

 

 

LE FORMAZIONI:

 

EMPOLI ( 4 – 3 – 1 – 2 ): Bassi; Laurini; Tonelli; Rugani; Hysaj; Signorelli; Valdifiori; Croce; Pucciarelli; Tavano; Maccarone

 

BARI ( 4 – 2 – 3 – 1 ): Guarna; Defendi; Chiosa; Ceppitelli; Calderoni; De Falco; Sciaudone; Fedato; Beltrame; Galano; Joao Silva

 

90°:

 

Angelozzi: “Questa sera ho visto una squadra messa bene in campo. Ha fatto una partita eccezionale sotto l’aspetto che ha costretto l’Empoli a non giocare. Penso che abbiamo avuto più occasioni noi di loro nel primo tempo. Abbiamo avuto due – tre palle goal con Fedato davanti alla porta. L’Empoli è passato in vantaggio su contropiede. Purtroppo in quell’occasione ci siamo fatti trovare impreparati. Questa sera sono molto soddisfatto. Sono due partite che abbiamo recuperato lo svantaggio. L’Empoli è una squadra che ha vinto tutte le partite in casa. Oggi per la prestazione della squadra devo darle un bel voto perché i ragazzi si sono impegnati molto e hanno dato tanto; hanno controbattuto alle azioni dell’Empoli per cui siamo tutti soddisfatti. Dobbiamo cercare di continuare su questa strada che abbiamo intrapreso dalla settimana scorsa. Devo dire che mi è piaciuta la formazione fatta dal mister questa sera perché ha messo in campo tutti gli attaccanti a parte Marotta ed Alonso che sono rimasti in panchina. Ad Empoli siamo venuti a giocarci l partita perché volevamo vincerla. Non ci siamo riusciti, abbiamo portato via un punto. Siamo contenti lo stesso”.

 

Alberti: “Il punto conquistato questa sera è un punto importante per la classifica. Inoltre è importantissimo per il morale, per ritrovare autostima perché i ragazzi avevano bisogno di questo. Questa sera abbiamo affrontato una squadra che farà un campionato di testa. E’ stato fondamentale tornare a casa con qualcosa. Nel primo tempo siamo riusciti quello che avevamo preparato in settimana e cioè difenderci con tre giocatori, ripartire come abbiamo fatto in maniera pericolosa. C’è mancato l’ultimo passaggio. Abbiamo creato problemi all’Empoli. Nel secondo tempo, visto che eravamo un po’ allungati, abbiamo deciso di giocare con un attaccante in meno e alla fine abbiamo portato a casa un punto sicuramente meritato. Sapevamo che se fossimo venuti qui ad Empoli a difenderci non ci avrebbe premiato. Nel primo tempo credo che loro abbiamo tirato solo una volta in porta solo nell’occassione del goal che è stato poi deviato. Questo vuol dire che la fase difensiva l’abbiamo fatta bene perché è vero che i quattro attaccanti hanno aiutato. Siamo ripartiti più di una volta, potevamo farlo ancora meglio. Potevamo fare del male all’Empoli e pensare di portare a casa un risultato positivo. Il campo ha detto anche questo. Noi abbiamo dei ragazzi che non hanno bisogno di tirare il fiato. Oggi Sciaudone ha preso un colpo al ginocchio e col passare dei minuti il problema lo ha condizionato, ma anche oggi il giocatore ha fatto una buona partita. Dobbiamo crescere sotto tutti i punti di vista, anche nel fatto di essere più cattivi. Devo dire, però, che siamo cresciuti sotto altri punti di vista tipo la maturità con la quale abbiamo tenuto il campo perché abbiamo tenuto sempre aperta la partita. Questa è una cosa molto importante perché questo campionato è molto equilibrato. Dobbiamo migliorare sotto alcuni punti di vista come di avere maggiore aggresività. Oggi la squadra ha dimostrato di tenere bene il campo contro una squadra quotata come l’Empoli”.

 

Galano: “Il priomo a farmi i complimenti dopo la partita è stato Nicola Bellomo il quale ha seguito la partita in tv ed è stato contento della mia prestazione. Questo che ho segnato contro l’Empoli è il mio terzo goal. E’ importante perché abbiamo giocato con una delle squadre più forti del campionato. Questa gara l’avevamo preparata bene e abbiamo anche sofferto. Se avessimo avuto quel pizzico di cattiveria in avanti pesno che avremmo potuto portare a casa un risultato pieno. L’Empoli è una squadra che gioca bene, ci hanno messo in difficoltà con il loro fraseggio. Ora sotto col Varese che per noi è la partita più importante. Questo pareggio fa morale. Sabato affronteremo il Varese per vincere”.

 

 

Di Micol Tortora 

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.