venerdì , 26 maggio 2017
Home » Bari Calcio » Bari, ma cosa è successo alla difesa in quei minuti iniziali?

Bari, ma cosa è successo alla difesa in quei minuti iniziali?

I biancorossi hanno perso la gara nei primi minuti di gara. Peccato che la reazione sia stata tardiva

 

Ma cosa è successo in quei primi minuti di gara alla difesa del Bari, reparto arretrato che non aveva subito nessuna rete nelle prime due gare di campionato? Beh, questo bisognerà chiederlo al tecnico Alberti nella prossima conferenza stampa. La gara contro il Siena ha mostrato un Bari a due facce. Fino al 35° del primo tempo si è vista una difesa non proprio positiva, al contrario. Il reparto arretrato ha commesso tanti errori. Ma se questa fosse stata come le prime due gare di campionato, molto probabilmente oggi staremmo parlando della prima vittoria dei biancorossi, perché al contrario della difesa, il reparto offensivo è piaciuto. Buona, infatti, la “prima” del giovane talento juventino, Beltrame.

 

COSA VA – Su tutti è piaciuto Calderoni. Il ragazzo ha spinto molto sulla sua fascia, ha dato problemi al reparto arretrato del Siena con alcuni suoi tiri dalla distanza, tanto è che proprio da uno di questi è arrivato il goal dell’1 – 3. Positiva è stata anche la prova del giovane Chiosa, il quale ha dimostrato di avere grande personalità pur essendo giovane. Merita ancora la riconferma. Hanno dato il loro contributo anche Sciaudone, il paraguaiano Lugo e Beltrame, che pur essendosi aggregato al gruppo solo sabato mattina, ha dimostrato già di essersi calato già nella nuova realtà biancorossa.

 

COSA NON VA – Non è affatto piaciuto l’approccio alla gara della difesa biancorossa nei primi trentacinque minuti del primo tempo. Prova non positiva di Guarna che sembra ancora poco propenso alle uscite, Ceppitelli che non si è espresso come al solito e, verso la fine della gara, ha avuto anche la possibilità di poter realizzare la rete del pareggio ma la palla, purtroppo, gli è capitata proprio sul suo piede sbagliato, il sinistro.

 

TOP & FLOP – Buona la prova del reparto offensivo. Da cancellare la giornata davvero no di alcuni giocatori del reparto arretrato. Da menzionare, come detto prima, la buona prova di Calderoni e di Chiosa, quest’ultimo davvero non impaurito dagli attaccanti del reparto offensivo del Siena. Grande personalità.

 

CONSIGLI PER IL MISTER – In vista della prossima gara di campionato che vedrà il Bari ricevere al “San Nicola” il Modena, il tecnico Alberti dovrà lavorare molto sul reparto arretrato perché errori come quelli commessi al “Franchi” di Siena non si commettano più.

 

IL FUTURO – Si chiama sicuramente Modena. In quella partita il Bari dovrà, per forza di cose, cercare di eliminare quel – 1 che i ragazzi di Alberti hanno ancora in classifica e che li relegano ancora ultimi in classifica.

 

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.