domenica , 30 aprile 2017
Home » Bari Calcio » Anche la Reggina espugna il “San Nicola”

Anche la Reggina espugna il “San Nicola”

E’ stata una rete di Maicon arrivata al 1° del primo tempo a regalare ai calabresi tre punti fondamentali per la loro classifica

 

Anno nuovo, vecchio Bari. La squadra di mister Alberti ha disputato la peggior gara dell’anno. I giocatori biancorossi non sono mai stati pericolosi durante il primo tempo, tant’è che la prima vera occasione da rete del Bari è arrivata solo al 33° con un tiro di Galano servito alla perfezione da Joao Silva. Nella ripresa al 6° il Bari è riuscito anche a sbagliare un calcio di rigore con Defendi che ha calciato debolmente un penalty che sarebbe dovuto essere calciato in un’altra maniera. Il fatto è ad oggi il Bari dopo questa prima sconfitta del girone di ritorno si ritrova al diciasettesimo posto in classifica con soli 23 punti mentre la Reggina con la vittoria di oggi sale a quota 17.

 

LA CRONACA:

 

Solo dopo un minuto la Reggina è già in vantaggio. Cross dalla sinistra di Fischnaller, Maicon anticipa Sabelli e porta sull’1 – 0 la squadra calabrese. Al 20° l’arbitro Ostinelli di Como ammonisce Sciaudone per fallo su un giocatore reggino. Dopo nove minuti si fa vedere in attacco ancora la squadra ospite con un’azione personale di Fischnaller che tira ma il suo destro viene parato in due tempi dal portiere Guarna. Al 30° a finire sul taccuino dell’arbitro è ancora un giocatore del Bari, Defendi per proteste. Al 34° si vede il Bari per la prima volta in attacco. Cross perfetto dalla destra di Joao Silva per Galano, tiro a volo di sinistro del foggiano, palla fuori. Il primo tempo si chiude con al 42° con l’ammonizione di Barillà per fallo su Fedato.

 

Nella ripresa al 6° il Bari poteva pareggiare. Fallo di Dell’Oglio in area di rigore su Sciaudone e l’arbitro decreta il penalty. Sul dischetto si presenta Defendi che calcia debolmente di destro. Il neo – acquisto Pigliacelli para. Pareggio svanito. Al 13° il tecnico Gagliardi manda in campo Rigoni per Strasser. Dopo tre minuti cross dalla destra di Fedato per il capitano Defendi, tiro di destro che viene respinto molto bene dal portiere ospite. Al 18° l’arbitro ammonisce il nuovo entrato Rigoni per fallo su Joao Silva. Dopo un minuto punizione per il Bari. Tiro di Romizi respinto in angolo dal portiere. Al 23° il tecnico della Reggina sostituisce Fischnaller con Maza. Dopo due minuti mister Alberti manda in campo Del Vecchio per Sciaudone e Beltrame per Galano. Al 31° Ostinelli ammonisce Romizi ( diffidato ) per gioco falloso. Dopo quattro minuti il tecnico del Bari manda in campo Fossati per Sabelli. Al 39° finisce sul taccuino dell’arbitro Maza per un fallo su Beltrame. Dopo tre minuti altra sostituzione per la Reggina. Dentro Di Lorenzo, fuori Di Michele. Al 44° a finire prima del previsto sotto la doccia è Fossati per un fallo su Maicon. Al 46° per doppia ammonizione viene espulso Romizi.

 

LE FORMAZIONI:

 

BARI ( 4 – 3 – 3 ): Guarna; Sabelli; Ceppitelli; Chiosa; Calderoni; Defendi; Romizi; Sciaudone; Galano; Joao Silva; Fedato. A disposizione: Pena; Samnick; Chiochia; Del Vecchio; Lugo; Fossati; Leonetti; Beltrame; Partipilo. All. Alberti – Zavettieri.

 

REGGINA ( 3 – 5 – 2 ): Pigliacelli; Pambou; Maicon; Lucioni; Strasser; Ipsa; Di Michele; Fischnaller; Barillà; Adejo; Dall’Oglio. A disposizione: Zandrini; Foglio; Bochniewicz; Contessa; Caruso; Di Lorenzo; Maza; Rigoni; Condemi. All. Gagliardi.

 

90°:

 

Alberti: “Subire goal al primo minuto contro una squadra che è venuta a giocarsela in quel modo ci siamo complicati la partita. Si è messa sui binari che loro volevano ma è anche vero che avevamo tutto il tempo per rimediare. Ci abbiamo provato, non siamo stati brillanti come in altre partite casalinghe però abbiamo creato qualche opportunità clamorosa che avrebbe meritato una finalizzazione diversa. Penso che alla fine il risultato di parità sarebbe stato il risultato che avrebbe rispecchiato l’andamento della partita perché noi abbiamo subito un tiro e mezzo in porta. Loro hanno passato la metà campo raramente. Secondo me dovevamo essere più bravi ad allargare il gioco, soprattutto nel primo tempo. Nella ripresa abbiamo fatto meglio, abbiamo spinto molto nei primi venti – venticinque minuti dove abbiamo costretto la Reggina all’interno della loro area. Abbiamo costruito diverse occasioni, tra cui il rigore. Alla fine è subentrata un po’ di stanchezza anche perché il campo era pesante. Rimanere lucidi fino alla fine non era facilissimo. Nel secondo tempo non ci siamo disuniti, li abbiamo costretti a difendersi fino alla fine. Questa sconfitta non ci voleva perché quello tra noi e la Reggina era uno scontro diretto e, soprattutto, perché questa è la prima gara del girone di ritorno. C’è grande rammarico. Non possiamo fare altro che ripartire immediatamente perché già sabato prossimo ci aspetta un impegno difficile. Anche oggi si è visto che anche gli episodi condizionano tantissimo perché c’è tanto equilibrio. Ribaltare le situazioni non è semplicissimo”.

 

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.