domenica , 25 giugno 2017
Home » Bari Calcio » Alberti: “Un altro esame da superare”
Alberti allenatore Bari calcio

Alberti: “Un altro esame da superare”

“Sarà sicuramente importante – ha proseguito il tecnico biancorosso – partire bene”

 

“Sarà sicuramente importante partire bene” E’ quanto ha dichiarato quest’oggi in conferenza stampa il tecnico del Bari, Roberto Alberti, alla vigilia di un’altra difficile gara come la trasferta di Pescara che, per il Bari, sarà un altro importante esame. Ecco cosa ha dichiarato su questo mister Alberti. “Pescara sarà un altro esame che dobbiamo assolutamente superare perché questa squadra deve trovare la personalità giusta anche fuori casa perché adesso avremo quattro partite di cui tre in trasferta. Ci vorrà il piglio giusto. Questo gruppo deve crescere anche in convinzione. Dobbiamo andare a Pescara a fare la nostra gara, giocandoci le nostre chance senza nessuna paura contro una squadra, secondo me, tra le candidate a vincere il campionato perché ha buone qualità individuali, ha un allenatore molto preparato ed una piazza che stranamente, dopo la retrocessione, sono partiti con grande entusiasmo. L’anno dopo una retrocessione non è mai un anno facile da gestire. Il Pescara è riuscito a trovare lo spirito giusto e, secondo me, sarà una delle squadre più temibili del campionato. Noi dobbiamo continuare sulla strada intrapresa la settimana scorsa perché le vittorie danno convinzione e aiutano tanto. In questa settimana ci siamo allenati molto bene come sempre. E’ chiaro che avendo disputato gli allenamenti dopo aver vinto contro il Modena si è visto in campo. Sono molto contento perché abbiamo lavorato bene e siamo pronti ad affrontare una partita difficile come quella di Pescara. Dobbiamo dimostrare personalità”.

 

Alberti ha affermato che il Pescara rispecchia un po’ la mentalità del suo allenatore. “Il Pescara è una squadra che rispecchia un po’ la mentalità del proprio allenatore. E’ una squadra offensiva che fa del gioco d’attacco la sua arma di forza e questo, se non hai degli equilibri giusti, soprattutto ad inizio stagione permette agli avversari di trovare contromisure e di metterti in difficoltà. Loro hanno subito molti goal. Ci siamo preparati anche per questo”.

 

Il tecnico del Bari ha parlato anche di qual è la condizione fisica dei nuovi e di Joao Silva. “Dobbiamo mettere tutti i ragazzi sullo stesso piano per quanto riguarda la condizione fisica. Quelli che vengono da meno gare ufficiali hanno bisogno un po’ più di tempo. Per quanto riguarda gli altri hanno tutti una condizione accettabile. Siamo contenti del lavoro che facciamo settimanalmente. Per quanto riguarda poi il gioco offensivo sono sempre dell’idea che è la squadra che fa un gioco offensivo in un certo modo. Non sono i singoli giocatori che lo interpretano. La mentalità è quella di migliorarci da questo punto di vista e di continuare a creare come abbiamo fatto ultimamente perché nelle ultime due gare abbiamo creato un buon numero di occasioni. Se continueremo a creare occasioni da goal come abbiamo fatto in precedenza, i goal arriveranno. Per quanto riguarda Joao Silva è una prima punta classica, che ha struttura fisica e forza, per cui va servito in un certo modo. Contro il Pescara potremmo giocare anche in un modo diverso perché abbiamo gli esterni, abbiamo Beltrame che in attacco può fare tutti e tre i ruoli. Se dovessimo giocare in modo diverso dovrà essere la squadra ad organizzarsi a giocare in modo diverso. Di volta in volta vedremo quale sarà la soluzione migliore”.

 

Contro la squadra di Marino l’allenatore biancorosso pensa di proseguire sullo stesso modulo mandato in campo contro il Modena, il 4 – 3 – 3. “Domani giocheremo con il 4 – 3 – 3. Abbiamo intrapreso una strada e continueremo su questa. Poi, in partita in corso, vedremo se sarà il caso di modificare qualcosa. Secondo me il 4 – 3 – 3 permette di sfruttare maggiormente le caratteristiche dei nostri ragazzi. Chi giocherà in attacco sarà capace di trovare la porta. Su questo sono tranquillo”.

 

Il tecnico biancorosso ha parlato anche di Beltrame che potrebbe giocare in attacco insieme a Galano e a Fedato. “Beltrame potrebbe, secondo me, giocare anche come finto centravanti così come fa Totti nella Roma. Da questo punto di vista l’organizzazione dei centrocampisti con gli attaccanti deve assumere un atteggiamento diverso. Domani a Pescara giocheremo dietro con i quattro difensori confermati contro il Modena. Ci potrebbe essere un cambiamento a centrocampo ed uno in attacco”.

 

Alberti ha intenzione, in attacco, di cambiare qualcosa. Starebbe pensando anche ad inserire Alonso dal primo minuto, ma… “In attacco l’intenzione è quella di cambiare qualcosa. Vedremo se sarà la punta centrale o uno dei due esterni”.

 

Il tecnico del Bari starebbe pensando a Beltrame in attacco come finto attaccante. “Beltrame è un giocatore che se arriva dalle linee diventa importante perché è facilmente marcabile. Gli altri due attaccanti, però, devono adeguarsi ad attaccare in profondità perché altrimenti facciamo fatica ad arrivare verso la rete. Soprattutto i centrocampisti dovranno accompagnare sempre l’azione in modo che negli ultimi venti- venticinque metri dobbiamo portare tre/quattro giocatori in attacco altrimenti difficilmente potremmo arrivare a concludere. Beltrame ha una grandissima qualità. Io già lo conoscevo perché in questi anni ho seguito la sua crescita. Adesso che lo vedo allenarsi devo dire che ha una qualità nettamente superiore alla media. Oggi ho una maggiore considerazione di lui”.

 

Alberti è ancora indeciso se schierare domani contro il Pescara il centrocampista De Falco o qualche altro centrocampista. “Ancora non so se a centrocampo toccherà a lui o a qualcun altro. Oggi la nostra idea è pensare solo al Pescara e non al Palermo. La nostra concentrazione ed attenzione è ossessionata dal Pescara. Dopo la gara di Pescara penseremo subito alla gara interna di martedì sera contro il Palermo. Oggi l’obiettivo principale è prepararci al massimo per affrontare una partita difficile dove dovremo dimostrare grande personalità”.

 

Il tecnico biancorosso ha parlato, poi, dei vari giocatori di qualità che ha la formazione di Marino. “Loro hanno tanti giocatori di qualità ed esperti. Inoltre hanno molti giovani bravi, di prospettiva. E’ un gruppo ben assortito, bravi a portarsi dalla loro parte giocatori interessanti, di prospettiva. E’ una formazione che è stata costruita molto bene”.

 

Come detto prima, Alberti starebbe pensando a sostituire un giocatore a centrocampo. “Contro il Modena il nostro centrocampo ha fatto bene. Dipenderà molto dalle caratteristiche dell’avversario che andremo ad affrontare e dipenderà anche dal fatto che noi abbiamo una rosa che può alternare l’uno e l’altro giocatore. E’ un insieme di considerazioni che potremmo fare domani. Dipenderà tutto dalle caratteristiche dell’avversario”.

 

Secondo Alberti domani potranno fare la differenza le motivazioni di entrambe le squadre. “Le motivazioni potranno fare la differenza. Noi siamo partiti in un certo modo. In questo campionato vorremmo prenderci uno spazio importante. Il nostro obiettivo è quello di uscire fuori dall’anonimato. La voglia di questo gruppo deve essere quella. Secondo me questo gruppo ancora non sa il valore potenziale che ha. Dovremo scoprirlo strada facendo. Siamo un gruppo di qualità, un gruppo giovane che se continua a lavorare potrà togliersi delle soddisfazioni. Per fare questo bisognerà mettere subito più personalità e continuare a lavorare con entusiasmo. A Pescara la pressione potrebbe fare la differenza. Sarà molto importante l’approccio alla partita. Domani sarà sicuramente importante partire bene perché loro potrebbero avere questa necessità di partire a mille e se dovessero incontrare delle difficoltà il loro atteggiamento dovremmo portarlo dalla nostra parte.”.

 

Il tecnico biancorosso starebbe pensando a centrocampo ad una staffetta Lugo – Sciaudone. “Lugo è un ragazzo che ha grande qualità. E’ un giocatore che ha bisogno di essere accompagnato perché sta cercando di trovare una condizione migliore rispetto a quando è arrivato. Dobbiamo aiutarlo a fargli “comprendere” il campionato. E’ un giocatore sul quale ci possiamo contare e ci contiamo. Contro il Modena abbiamo scelto l’opzione di mettere in campo Sciaudone. Per questa settimana ha più possibilità di giocare Lugo rispetto alla settimana scorsa”.

 

Non lo ha detto, ma mister Alberti potrebbe far giocare così il suo Bari a Pescara: Guarna tra i pali; difesa a quattro composta da Sabelli; Ceppitelli; Polenta e Calderoni. Centrocampo composto da Defendi; Fossati e Lugo. In attacco Galano; Beltrame e Fedato.

 

Di Micol Tortora

 

 

 

 

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.