domenica , 23 aprile 2017
Home » Bari Calcio » Alberti: “L’atteggiamento giusto alla gara sarà importante”

Alberti: “L’atteggiamento giusto alla gara sarà importante”

Domani sera i biancorossi scenderanno in campo al San Nicola per la “prima” di Coppa Italia contro il Lumezzane dell’ex Marcolini

 

Mancano ancora poche ore e, poi, anche il Bari scenderà in campo per una gara “vera”. Domani sera, infatti, i ragazzi di Alberti disputeranno la loro “prima” gara ufficiale della stagione affrontando in Coppa Italia il Lumezzane, squadra giovane con un reparto arretrato di qualità.

 

Questa mattina ha tenuto la sua prima conferenza stampa il tecnico Alberti alla vigilia della gara di domani sera. Ecco cosa ha detto sulla “prima” gara ufficiale della stagione. “Quella di domani sarà la nostra prima gara ufficiale con tutte le incognite che una prima gara ufficiale può rappresentare. Se a questo poi aggiungiamo le difficoltà contingenti del momento con alcuni ragazzi che sono in Nazione, con gli squalificati e gli indisponibili, non deve essere una scusante perché ad oggi ci mancano molti giocatori a disposizione. La gara di domani per noi deve essere una opportunità perché noi abbiamo l’obiettivo di superare il turno. In questi miei pochi giorni di lavoro abbiamo lavorato in questa direzione e, quindi, giocheremo per superare questo scoglio. Per questo abbiamo lasciato da parte un po’ quello che continueremo la settimana prossima dal punto di vista tattico e della crescita. Questi pochi giorni sono serviti soltanto per mirare l’obiettivo che è il passaggio al prossimo turno di Coppa Italia. Quella di domani sarà un opportunità per vedere tutti i ragazzi all’opera. Inoltre sarà l’opportunità per vedere il gruppo come reagisce alle difficoltà contingenti di questo momento. Ci siamo preparati bene, c’è un grande entusiasmo da parte di tutti. Quella contro il Lumezzane è una gara ufficiale dell’A.s. Bari e, tutti, dobbiamo essere nelle condizioni e vogliosi di dimostrare di onorare questa maglia, al di la delle difficoltà e, al di la dell’importanza della gara. Per noi ogni gara sarà una finale. Dovremo affrontare questa stagione con questo piglio e, cioè, con un piglio di un gruppo coeso che voglia lavorare nella stessa direzione”.

 

Le difficoltà maggiori per il Bari, ad oggi, sono in difesa ed in attacco. Ecco come ha risposto in merito mister Alberti. “Abbiamo delle defezioni in ogni reparto. Ci sarà l’opportunità per qualche ragazzo di giocare in una posizione a lui non consona e, quindi, sarà un momento di crescita. Siamo fiduciosi perché i ragazzi che sono a disposizione sono all’altezza. Domani sarà la prima gara ufficiale, ma soprattutto credo che quest’anno abbiamo affrontato poche partite e, quindi, quella di domani sarà un momento per valutare la condizione atletica. Sarà un test contro una squadra che ha già fatto una gara ufficiale domenica scorsa contro la Massese”.

 

A questo punto il tecnico biancorosso ha parlato del Lumezzane. “E’ una squadra giovane, che ha il reparto difensivo più esperto. Hanno inoltre giocatori interessanti perché hanno giovani del Chievo, del Torino e del Milan. E’ una squadra di qualità e molto dinamica e credo che sotto questo punto di vista ci metterà molto in difficoltà. Siamo molto curiosi di vedere come reagiremo però siamo anche fiduciosi perché abbiamo lavorato per ottimizzare il passaggio del turno e dovremo tentarlo di farlo con tutte le nostre forze”.

 

Ancora Alberti non sa quale modulo metterà in campo. Dipenderà tutto dalla disponibilità dei suoi giocatori. “Il modulo è legato alla disponibilità che avremo domani. Potrebbe essere anche il 4 – 2 – 3 – 1. E’ un discorso adattato perché se dovessimo giocare in questo modo ci sarà da valutare la capacità di questi ragazzi di giocare in più ruoli e poi vedremo, strada facendo, se continuare su questa strada anche nell’ambito della partita stessa. Quella di domani sarà sicuramente una partita importante”.

 

Il tecnico biancorosso crede che domani si vedrà la mano del duo Alberti – Zavettieri. “Sicuramente ci attendiamo qualcosa sotto l’aspetto dell’atteggiamento e, sicuramente lo avremo. Ripeto, la disponibilità da parte dei ragazzi c’è stata. Dal punto di vista tattico e dell’organizzazione abbiamo bisogno un po’ più di tempo. La predisposizione a giocare in un certo modo e ad affrontare l’impegno in maniera determinata ci sarà. Questo ce lo aspettiamo e sarebbe già una risposta positiva. Poi per altre cose ci sarà tempo e ne tanto meno possiamo pretendere cose particolari dopo pochissimi giorni di lavoro”.

 

Alberti ha spiegato anche il perché durante questo periodo si è visto poco Galano. “Galano in settimana ha svolto un lavoro differenziato, però negli ultimi giorni ha dimostrato di stare bene. Per la gara di domani sera lo valuteremo oggi pomeriggio”.

 

E sulla probabile partenza di Dos Santos destinazione Chievo, il mister ha detto questo. “Voi conoscete bene le risorse del direttore Angelozzi. Se va via qualcuno, chi arriverà sicuramente sarà all’altezza. Su Dos Santos c’è in piedi questa trattativa con il Chievo e per un ragazzo di quasi 29 anni penso che il Bari si sia messo nelle condizioni di potergli offrire una chance importante. Per questo è da dare sicuramente merito alla nostra società. Per il ragazzo sarebbe una opportunità forse unica della sua carriera. Dos Santos fino ad ora ha dimostrato grande affidabilità e grande attaccamento perché in questa settimana il ragazzo si è allenato molto ma molto bene. Questo è un aspetto che mi piace molto sottolineare. Se rimarrà o andrà via lo vedremo in seguito. Apro una parentesi anche sul nostro capitano, Caputo, che vederlo allenarsi sembra che ogni sabato debba scendere in campo. Questo è un motivo di grande orgoglio per noi che lavoriamo insieme a lui e questo mi fa enormemente piacere perché è un trascinatore anche in un momento di difficoltà”.

 

E sul “caso Fedato” ha detto. “Sono cose che nel calcio capitano. A me è piaciuta molto la reazione della società e nostra. E’ successo qualcosa e quindi è giusto che subito prendiamo posizione perché da questo punto di vista, ne la società, ne tanto meno noi dello staff, vogliamo essere intransigenti. Abbiamo subito preso una posizione, ben chiara. Questo deve servire un po’ a tutti perché il calcio è una cosa seria e vogliamo affrontarlo nel miglior modo possibile da persone serie. E’ capitato, sicuramente il ragazzo avrà capito la lezione, però su questo noi quest’anno non vogliamo far passar niente. Siamo sempre pronti, attenti a seguire tutti gli atteggiamenti in campo e fuori dei ragazzi”.

 

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.