domenica , 23 aprile 2017
Home » Bari Calcio » Alberti: “Domani sarà importante l’aspetto psicologico”

Alberti: “Domani sarà importante l’aspetto psicologico”

“Per noi – ha aggiunto il tecnico – è un momento delicato dal quale dobbiamo uscire quanto prima”

 

Quella di domani per il Bari sarà una partita importante perché, dopo la sconfitta di domenica scorsa a Latina, la situazione di classifica si è complicata. Infatti i biancorossi si ritrovano quint’ultimi in classifica con tredici punti. Quella contro il Padova sarà sicuramente uno scontro salvezza dove il Bari dovrà tentare a tutti i costi di vincere. Ai biancorossi un pareggio non servirebbe affatto. Oggi in conferenza stampa Alberti ha esordito parlando del tecnico dei veneti, Bortolo Mutti, ex allenatore dei biancorossi. “Mutti è sicuramente un buon allenatore che ha fatto una buonissima carriera. E’ anche una persona molto equilibrata perché nella sua carriera ha dimostrato di essere una persona di spessore e ha dimostrato anche di essere un buon allenatore. Lo stimo molto da questo punto di vista”.

 

Alberti ha detto anche con quale moduolo giocherà contro il Padova. “Domani giocheremo con il modulo delle ultime partite, con quattro difensori, tre centrocampisti e tre attaccanti. La dislocazione dei centrocampisti e degli attaccanti sarà la solita e cioè con Galano esterno a destra, Joao Silva punta centrale e devo valutare le condizioni di Beltrame a causa di un infortunio subito in nazionale. Il ragazzo si è comunque allenato bene. Speriamo che oggi, nell’ultimo allenamento, tutto possa procedere per il meglio”.

 

Il modulo di domani potrebbe tenere fuori, ancora una volta, il nazionale ed ex Milan, Fossati. Ecco a tal proposito cosa ha detto in merito il tecnico biancorosso. “A centrocampo siamo in molti. Se dovesse giocare Beltrame giocheranno due nostri centrocampisti davanti ai quattro difensori. Se il giocatore non dovesse farcela è possibile riproporre la soluzione Sciaudone in mezzo al campo e questo darebbe la possibilità di inserire a centrocampo un altro giocatore”.

 

In casa Bari non c’è solo il dubbio Beltrame – Fossati. Questo lo ha detto Alberti. “Non c’è solo il dubbio Beltrame – Fossati. Ci sono anche De Falco, Romizi. In mezzo al campo abbiamo la possibilità di scegliere. In quest’ultimo periodo stiamo proponendo sempre la stessa formazione. Dovremo tornare ai quattro difensori che hanno giocato ultimamente tranne domenica scorsa che ci sono stati dei problemi. La difesa che scenderà in campo contro il Padova sarà formata da Sabelli, Ceppitelli, Chiosa e Calderoni. L’unica incertezza è a centrocampo, poi De Fendi giocherà come centrocampista esterno di sinistra. In linea di massima sarà il canovaccio delle ultime partite. Fedato è out purtroppo e dico purtroppo anche perché era tornato dalla nazionale bene. Anche contro la Primavera l’avevo visto bene ed ero molto contento. Mi dispiace per l’infortunio che ha subito perché stava ritrovando la brillantezza che ha dimostrato l’anno scorso. Non dovrebbe essere nulla di grave, aspettiamo di sapere il responso degli accertamenti”.

 

Domani, per vincere, si avrà bisogno dei goal, cosa che al momento il Bari non conosce. Ecco il parere di Alberti. “Per vincere ci vorrà un goal contro una squadra in difficoltà dal punto di vista dei punti in classifica. Il Padova è una squadra che ha fatto fino ad ora benissimo in casa perché nelle ultime quattro gare ha realizzato tre vittorie ed un pareggio. Fuori casa hanno perso di misura. A Reggio Calabria hanno buttato via una vittoria alla loro portata. Hanno perso 1 – 0 a Cittadella ed 1 – 0 a Lanciano anche in maniera non meritata. I numeri dicono questo, però è anche vero che spesso gli episodi gli hanno condannati soprattutto fuori casa. Da parte nostra non pensiamo di affrontare una squadra in crisi. Il padova è una squadra esperta che fa anche un buon calcio. Per noi quella di domani sarà una partita difficilissima perché dovremo cercare di conquistare tre punti per noi importanti e perché poi vogliamo tornare alla vittoria davanti ai nostri tifosi. Per fare questo però servirà tanto cuore, molto coraggio e bisognerà usare sempre la testa. Se non fosse così non andremo da nessuna parte. Domani l’atteggiamento dei ragazzi dovrà essere questo, ma soprattutto leggere durante tutti i novanta minuti i momenti della partita perché alcuni momenti possiamo interpretarli meglio. Dobbiamo dimostrare ancora più maturità anche se in casa siamo sempre riusciti, oltre ai punti, a fare delle ottime prestazioni”.

 

Alberti ha anche parlato dell’approccio da parte dei suoi ragazzi a Latina. “A Latina non siamo partiti male. Abbiamo avuto un momento particolare che ci ha condizionato che è stato intorno al dodicesimo – tredicesimo minuto quando gli abbiamo regalato un calcio di punizione con un tiro da fuori di Barraco. Dovevamo gestire meglio il momento. Passato quel momento poi siamo tornati a fare la partita ed il nostro gioco. Questo è successo qualche volta anche in casa. Dobbiamo essere più bravi a sfruttare questi momenti e a leggerli. Per fare questo serve sicuramente più maturità. Domani bisognerà mettere in campo tanta grinta e tanta corsa. In settimana qualche giocatore ha parlato di essere più concreti perché il giocar bene è sempre qualcosa di aleatorio. Giocare bene significa anche essere concreti, significa anche sfruttare le occasioni che possiamo avere, essere più cattivi, creare opportunità e tramutarle in goal perché altrimenti non sarà facilissimo”.

 

E su Rocchi che potrebbe fare proprio il suo esordio a Bari, mister Alberti si è espresso così. “In questo campionato ci sono giocatori importanti. Non si vince mai da soli. Per quanto riguarda Rocchi la sua carriera parla da sola. E’ un giocatore importante. Se dovesse giocare sicuramente darà il suo contributo al Padova. E’ un giocatore che può fare la differenza. Non credo, però, che basti un giocatore per poter far crescere una squadra. Per loro è un giocatore importante anche se loro giocano sempre con un 4 – 4 – 2. Se non dovesse scendere in campo Rocchi dall’inizio in attacco loro hanno Pasquato e Melchiorri che sono giocatori che non danno nessun punto di riferimento. Dovremo essere bravi a leggere queste situazioni perché in attacco sono molto dinamici , molto mobili. Dovremo giocare con una difesa corta e dovremo essere bravi ad interpretare la partita”.

 

Il tecnico del Bari è consapevole che questo non è un momento positivo per la sua squadra. “L’unica consapevolezza che ho è quella che quello attuale è un momento delicato, lo dice la classifica. Dovremo tentare quanto prima di riprenderci”.

 

E sulla gara di domani ha detto. “Domani sarà importante l’aspetto psicologico. Non dobbiamo farci condizionare assolutamente”.

 

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.