domenica , 25 giugno 2017
Home » Bari Calcio » Alberti: “Dobbiamo tornare a vincere fuori casa”

Alberti: “Dobbiamo tornare a vincere fuori casa”

E domani a Crotone il tecnico biancorosso festeggerà le sue cento partite in serie B
Dopo la vittoria di sabato scorso in casa contro l’Avellino il Bari di mister Alberti è atteso da un’altra partita difficile in quel di Crotone, squadra che in casa fino a questo momento, ha fatto gli stessi punti casalinghi del Bari. Oggi nella consueta conferenza stampa pre – partita Alberti ha parlato delle sue cento partite in serie B. “Sono sincero come lo sono sempre stato. Quello delle cento partite in serie B non mi interessa perché da calciatore ho realizzato seicento presenze avendo fatto venti campionati da titolare di cui in media trenta partite ogni campionato. I vari record non li curo e non li guardo”.

Il tecnico del Bari guarda invece allla classifica. “La mia attenzione massima è rivolta su quello che riguarda i punti in classifica. Fino alla fine dell’anno dobbiamo tutti essere concentrati su quello e non distrarci mai perché, lo ripeto, questo è un campionato pieno di insidie e difficile. Stiamo passando un buon momento. Dobbiamo sempre tenere la guardia altissima e la concentrazione deve essere sempre massima perché non ci vuole niente tornare tornare alle difficoltà. Noi abbiamo un obiettivo, dobbiamo tornare a vincere fuori casa. Crotone è un campo sicuramente difficile però credo che sia anche la partita ideale per vedere se siamo in grado di dare una svolta al nostro campionato”.

Alberti, poi, ha parlato anche della partita di andata persa dai suoi ragazzi immeritatamente. “Secondo me quel giorno noi facemmo una delle migliori partite in casa. in quella partita facemmo molto bene affrontando una squadra che anche quel giorno dimostrò di essere molto organizzata. Io credo che noi abbiamo molte affinità con il Crotone perché come noi sono una squadra giovane che per lunghi tratti in questo campionato ha fatto vedere del buon calcio e credo che anche noi in tante occasioni abbiamo dimostrato di tenere bene il campo e di fare delle ottime partite giocando anche bene”.

Il mister è entrato poi più nello specifico. “Il Crotone è una squadra che in casa ha fatto i nostri stessi punti, ma la differenza tra noi e loro sono le gare giocate in trasferta. Se noi vogliamo essere sul loro stesso livello dovremoi cambiare passo fuori casa. Non dimentichiamoci che loro sono ormai dieci anni che sono in questo campionato. Dimostrano grande competenza nella scelta dei giovani. Inoltre è una società che cura molto anche la sostenibilità economica ed è una società che ormai in questo campionato è diventata una realtà. Non è più una sorpresa. Ogni anno scelgono sempre molto bene. Ripeto, noi dobbiamo dare una svolta al nostro campionato e dobbiamo farlo fuori casa perché fino ad ora fuori casa abbiamo fatto poco mentre in casa abbiamo fatto bene. Abbiamo gli stessi loro punti, abbiamo fatto una vittoria in più perché abbiamo giocato una gara in più. La differenza tra noi e loro sono le vittorie in trasferta. Dobbiamo avere una maggiore consapevolezza nei nostri mezzi, andarci a giocare le gare non dico con spavalderia però con la consapevolezza che in questo campionato non è facile giocare in casa. Sembra strano ma è la verità. Dobbiamo prendere più coraggio. Domani mi aspetto una svolta perché noi in casa bene o male abbiamo avuto un cammino sempre positivo, abbiamo fatto molti punti però fuori ci manca qualcosa pur avendo fatto delle buone partite perché se si guarda le ultime cinque trasferte, togliendo Modena, quindi le ultime quattro abbiamo buttato via tre punti a Cittadella, abbiamo fatto benissimo a Brescia e a Palermo da dove non abbiamo portato a casa nulla e abbiamo vinto a Novara. C’è sempre mancato qualcosa e ora è arrivato il momento di fare qualcosa di positivo fuori casa”.

Il Bari che affronterà domani il Crotone sarà privo di Joao Silva e di Nadarevic. Sarà sicuramente un impegno importante per i biancorossi, ma Alberti crede in qualcosa di positivo. “Abbiamo dimostrato altre volte che abbiamo una rosa da questo punto di vista competitiva e numerosa che può sopperire benissimo alle mancanze di qualcuno. Domani ci sarà Del Vecchio che tornerà nuovamente a disposizione, Cani sicuramente prenderà il posto di Joao Silva. Abbiamo avuto qualche piccolo problema perché Sabelli si è allenato poco questa settimana, ha fatto sempre un lavoro differenziato. Sciaudone negli ultimi due giorni ha lavorato a parte però in mezzo al campo abbiamo tante scelte perché abbiamo tutti i ragazzi a disposizione”.

Il tecnico del Bari crede che la sua squadra in questo momento abbia un pò più di fortuna in più rispetto al passato. “Ultimamente pur non facendo benissimo siamo stati più concreti, ci abbiamo messo anche del nostro perché nelle ultime due gare Guarna ha dimostrato di essere un portiere di livello. In quest’ultimo periodo gli episodi sono stati dalla nostra parte cosa che forse non era successa fino a qualche settimana fa. Rispetto alla partita dell’andata sono cambiate molte cose perché è passato talmente tanto tempo, siamo cambiati noi. Forse loro sono rimasti gli stessi sia come mentalità che come modo di giocare. Noi siamo cambiati molto, siamo una squadra più completa per i ragazzi che sono arrivati a gennaio. Con più consapevolezza in questo campionato si gioca sugli episodi. Siamo cresciuti nella capacità di soffrire in mezzo al campo e questo ci ha portato a dei risultati come quello delle ultime partite in casa”.

Alberti ha preparato bene una gara dove l’avversario tenterà in tutti i modi la vittoria. “Noi con le squadre che giocano al calcio ci siamo sempre trovati benissimo. Credo che sarà una bella partita con due squadre che tramite il gioco cercheranno di arrivare al risultato. Il Crotone è una squadra ben organizzata, è una squadra che secondo me in campo sembra più esperta dell’età dei ragazzi che hanno perché è una squadra che non perde mai la testa e che ha sempre grande equilibrio ed in casa è una formazione temibile. Credo, però, che noi abbiamo tutte le armi e dovremo metterle in campo per giocarci la partita alla pari. Inoltre ho anche detto che come sempre i nostri tifosi ci seguiranno perché una cosa è certa, da qualche settimana si respira un’aria diversa. Anche noi ci stiamo accorgendo che a Bari c’è un’aria diversa verso la squadra e questo è sicuramente un fatto positivo”.

Il tecnico non pensa ancora alla gara contro il Cesena e quindi ad un probabile turn – over. “Ci siamo posti l’obiettivo di pensare soltanto alla partita di Crotone poi domenica mattina tireremo le somme e penseremo al Cesena. Ripeto, l’obiettivo è di andare a Crotone e cercare di portare a casa il massimo che possiamo fare senza pensare di andare oltre perché rischieremmo di complicarci la vita mentre per noi l’obiettivo è solo quello della partita di domani”.

Alberti ha poi spiegato cosa è mancato a questo Bari per poter far bene anche in trasferta. “A Brescia e a Palermo la gara per gran parte della partita l’abbiamo fatta noi. Pensare di andare a Palermo e fare la gara per novanta minuti non credo che sia il massimo. Io credo che molte volte fuori casa bisognava superare i momenti difficili della gara come ad esempio c’è capitato a Siena dove i momenti difficili ci sono capitati ad inizio gara, in altre occasioni verso la fine. Cercare di superare quei momenti è naturalmente un passaggio importante. Noi fuori casa spesso abbiamo tenuto il pallino del gioco, abbiamo messo in difficoltà gli avversari . Sabato scorso ci sono state cinque vittorie fuori casa. Questo vuol dire che giocare in casa ed imporre il proprio gioco non è semplicissimo. E’ quasi più semplice giocare fuori casa”.
Di Micol Tortora

 

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.