domenica , 30 aprile 2017
Home » Bari Calcio » Alberti: “Col Modena dobbiamo fare una grande partita”
Alberti allenatore Bari calcio

Alberti: “Col Modena dobbiamo fare una grande partita”

Dopo il ko di Siena i biancorossi dovranno, per forza di cose, cercare la vittoria che consentirebbe ai ragazzi del tecnico biancorossi di eliminare quel – 1 presente ancora in classifica

 

Domani pomeriggio al “San Nicola” il Bari affronterà una squadra, il Modena, che da quando è allenata da mister Novellino sembra abbia trovato la sua giusta quadratura. Per forza di cose i ragazzi di mister Alberti dovranno tentare di portare a casa l’intera posta in palio visto che proprio la compagine biancorossa arriva dalla sua prima sconfitta in campionato subita domenica scorsa in quel di Siena. E’ molto probabile che mister Alberti possa ancora riproporre il 4 – 3 – 3 con Guarna tra i pali; in difesa Sabelli; Ceppitelli; Chiosa e Calderoni. A centrocampo Defendi; Fossati e Sciaudone, mentre in attacco il tecnico biancorosso potrebbe schierare Alonso; Joao Silva e Fedato. Dopo il ko di domenica scorsa Alberti è intenzionato a portare a casa i primi tre punti della stagione. Ecco cosa ha detto a tal proposito il mister biancorosso. “Il Bari è una squadra che ha una grande voglia di ricominciare, di riscattarsi perché veniamo da una sconfitta ed anche perché deve arrivare la prima vittoria in campionato. Inoltre abbiamo ancora quel punto di penalizzazione che vogliamo annullare. Sulle motivazioni di questo gruppo non ci sono dubbi”.

 

Ecco il suo pensiero sull’avversario di domani. “Domani dovremo mettere tutto in campo contro una squadra difficile da affrontare che è partita molto bene. Il Modena è una squadra molto compatta, si difendono tutti molto bene con tutti i difensori ed i centrocampisti, inoltre sono sempre pronti a ripartire. E’ una squadra che in questo momento bisogna prendere con le molle. Credo che abbiamo le armi necessarie per poterli battere, di questo sono convinto. Sicuramente domani faremo una grande partita”.

 

Alberti ha pochi dubbi di formazione. “Dubbi pochi, qualcuno si perché con il rientro dei tre nazionali e di Beltrame che è rientrato ieri sera, qualche dubbio ancora c’è. Oggi abbiamo a disposizione quasi tutti. Fuori rimangono solo Albadoro e Samnick. Alla fine sono tutti quasi a disposizione perché Beltrame lo abbiamo avuto dodici ore prima della partita precedente, lo abbiamo adesso. La sua disponibilità non è completa. Per gli altri possiamo avvalerci di tutti. Ci sono le garanzie per poter fare una grande partita contro una squadra, lo ripeto, che in questo momento è ostica. Alcune squadre sono in questo inizio di campionato ancora in fase di assestamento. Loro sono partiti bene, quindi sarà una squadra difficile da affrontare”.

 

Il Bari durante questa settimana, come ha detto lo stesso allenatore, si è preparata bene per questo incontro difficile. “Ogni settimana lavoriamo molto curando tutti gli aspetti. In questa settimana è stato un po’ più facile perché avevamo tutti a disposizione. Aver avuto tutti i ragazzi a disposizione questa settimana ci ha agevolato il lavoro perché abbiamo più possibilità di scegliere sia per quanto riguarda il sistema di gioco, ma anche in ogni ruolo abbiamo la possibilità di mettere in campo chi da più garanzie. Sicuramente siamo sulla strada buona. Dobbiamo assolutamente arrivare alla vittoria la quale ci serve per crescere, per avere autostima perché il Bari è la squadra più giovane di tutto il campionato, per consolidare alcuni concetti sui quali abbiamo lavorato e per dare fiducia all’ambiente. La partita di domani potrebbe essere importante per tanti aspetti. In settimana ci siamo preparati bene, però domani, quando fischierà l’arbitro l’inizio della gara, bisognerà mettere in campo tutto e, alla fine, il risultato potrà arrivare se la prestazione la meriti”.

 

E sulle condizioni di Polenta il tecnico del Bari ha detto. “Polenta è quasi pronto. Non è ancora al top, ha lavorato bene. Potrebbe scendere in campo da subito o durante la gara in corso. Se dovesse scendere in campo prenderebbe il posto di un giocatore che fino ad ora ha fatto sempre bene che è Chiosa. Polenta è una garanzia, mentre Chiosa è un ragazzo che fino ad ora ha dimostrato di essere all’altezza. Per chiunque giocherà in quella posizione non ci saranno problemi”.

 

Il Modena che farà visita domani al Bari si schiererà con un centrocampo a cinque. Alberti ha già le idee chiare su come disporre il suo centrocampo. “Da quando si è chiuso il mercato e dopo aver avuto tutti a disposizione, conoscendo uno per uno le caratteristiche dei nostri ragazzi, il 4 – 3 – 3 è un sistema di gioco che valorizza meglio le caratteristiche dei nostri ragazzi. La variante potrebbe essere un 3 – 4 – 3. Davanti abbiamo giocatori che è meglio se giocano in tre per le caratteristiche dei vari Galano, Fedato, Beltrame ed Albadoro. Questi sono tutti attaccanti esterni. E’ più facile mettere in campo il reparto avanzato in questo modo. In mezzo al campo abbiamo sei giocatori. Se dovessimo giocare con i tre avremmo due giocatori per ruolo , se dovessimo giocare con i due dietro avremmo tre giocatori per ogni ruolo. Quindi se mettiamo in campo tutte queste cose, il sistema di gioco più adatto in questo momento a questi ragazzi è probabilmente il 4 – 3 – 3. Poi, a partita in corso, si può anche variare. Oggi una identità ce l’abbiamo. Al di la dell’avversario, domani sicuramente accadrà la stessa cosa”.

 

E sull’esclusione di Romizi, Alberti ha risposto così. “Romizi è uno dei sei centrocampisti. Per noi il giocatore, come tutti gli altri, è un giocatore importante. Ognuno avrà sicuramente il suo spazio, dipenderà da come imposteremo la gara. Romizi ha delle caratteristiche diverse da Fossati. Fossati è più un costruttore di gioco, mentre Romizi è un giocatore di rottura, che recupera tantissimi palloni. Inoltre è un giocatore di quantità, quindi di volta in volta vedremo se sarà il caso di schierarlo in quel ruolo perché avremo bisogno, in quella zona del campo, di lavorare in quella maniera. Il campionato è lungo, mancano trentanove giornate ed è pieno di insidie. Da questo punto di vista contiamo sull’apporto di tutti. Romizi è un ragazzo importante così come lo sono tutti”.

 

Il tecnico biancorosso, poi, è tornato sulla gara di Siena e su qualcosa che non è andato. “Abbiamo appena iniziato. Domani abbiamo una partita da vincere. Non credo che a Siena la squadra non abbia costruito. Anzi credo che domenica la squadra abbia costruito tantissimo. Gli è mancato una fase che è quella della rifinitura. Per rifinitura intendo che una volta costruisci e hai bisogno di rifinire per finalizzare. A Siena è mancato questo. E’ mancato il passaggio e la scelta dell’ultimo passaggio. Come costruzione a Siena abbiamo fatto una mole di gioco enorme. E’ mancata solo la rifinitura, abbiamo sbagliato l’ultimo passaggio, qualche volta abbiamo fatto una scelta non corretta. Se torniamo alla partita di domenica scorsa di aspetti positivi ce ne sono tanti come gli aspetti negativi. Se si lavora anche su quest’ultimi sicuramente cresceremo. Inoltre gli episodi condizionano molto la gara. Sul primo goal abbiamo commesso un errore, ma due minuti dopo, D’Agostino ha fatto una prodezza”.

 

Per la gara di domani contro il Modena il tecnico biancorosso spera che qualche suo giocatore di qualità possa accendere la famigerata luce. “E’ inutile negarlo. La qualità fa la differenza nel calcio. Noi abbiamo più di un giocatore di qualità. Abbiamo Beltrame, c’è l’esuberanza di Fedato, la qualità di Galano che a Siena ha calciato molte volte verso la porta avversaria realizzando anche una rete. Come giocatore di qualità abbiamo anche Fossati che da qualità nella costruzione del gioco. Abbiamo giocatori di qualità, l’importante è che siano messi nelle condizioni di farli arrivare a tirare. E’ importante non sbagliare la rifinitura perché essa è importante come la finalizzazione”.

 

A questo punto Alberti ha parlato anche del centrocampista paraguaiano Lugo. “Lugo si è sempre allenato molto bene. E’ un ragazzo che ha bisogno di tempo. E’ un ragazzo sul quale ci contiamo molto. Ha grandi capacità di calcio, buona visione di gioco. Inoltre è un giocatore che ha anche molta forza. E’ uno dei sei giocatori che a centrocampo ci fa stare tranquilli”.

 

Il tecnico biancorosso oltre a soffermarsi su Lugo si è soffermato anche sull’attaccante Alonso, fresco di transfert. “Alonso non è prontissimo ma è a disposizione. Le sue caratteristiche è che il giocatore il goal lo ha. Quando ti trovi nel posto giusto, nel momento giusto è qualcosa che hai dentro, non te lo insegna nessuno”.

 

E sul Modena, Alberti ha detto che è una squadra compatta. “Secondo me il Modena è una squadra compatta che ha la sua forza nel giocare come squadra. Hanno buone individualità, anche loro hanno giovani interessanti. Già dallo scorso anno mister Novellino ha trovato una giusta quadratura mettendo su un buon gruppo. Il Modena è la classica squadra che giocano tutti insieme difficile da superare in questo momento proprio per questo motivo. Quando trovi squadre che giocano come il Modena non è semplicissimo superarle”.

 

Di Micol Tortora

 

 

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.