venerdì , 26 maggio 2017
Home » Bari Calcio » Alberti: “Ad Avellino dovremmo fare una grande gara”
Alberti allenatore Bari calcio

Alberti: “Ad Avellino dovremmo fare una grande gara”

Il tecnico biancorosso si aspetta una squadra molto temibile in casa. I biancorossi cercheranno di tornare in Puglia con un risultato positivo così da far dimenticare la sconfitta immeritata subita a Lanciano

 

Quella che attende il Bari domani al “Partenio” di Avellino non sarà di certo una gara facile da affrontare. La squadra di Rastelli, infatti, proprio in casa si trasforma. Ha un certo modo di interpretare le gare. E di questo ne è consapevole anche il tecnico Alberti il quale oggi, in conferenza stampa, ha presentato così la difficile gara di domani al “Partenio”. “Per quanto riguarda la squadra che scenderà in campo domani deciderò tutto all’ultimo momento sia dal punto di vista tattico sia per quanto riguarda gli interpreti che scenderanno in campo. Vogliamo tenere tutti i ragazzi sulla corda a livello individuale. Inoltre potremmo cambiare anche qualcosa. In questa settimana abbiamo lavorato su diversi sistemi di gioco. Abbiamo studiato bene l’Avellino. In casa la squadra irpina è molto temibile, rischiano pochissimo e sanno come affrontare gli avversari. Io li ho visti lunedì e devo dire che ho visto una squadra solida e che ha tutto un suo modo di interpretare le gare. Cercano molto gli attaccanti. E’ una squadra che sa quello che vuole. Inoltre dal punto di vista caratteriale sono forti. Ci aspetta un ambiente particolare. Domani dovremo essere pronti a superare tutte queste difficoltà che riguardano l’aspetto ambientale e la grinta degli avversari.. Dovremo essere bravi a scendere in campo determinati al massimo”.

 

Quella di domani, secondo il mister, sarà una prova importante da superare dopo la sconfitta di Lanciano. “Quella di domani sarà una prova da superare. Dovremmo fare una grande gara da tutti i punti di vista per poter uscire dal “Partenio” con un risultato positivo. Ad oggi l’Avellino in casa è una squadra difficile da affrontare per tutti. In casa hanno subito pochissimo vincendo tre partite e pareggiandone una. Inoltre hanno il pubblico che gli da una grandissima spinta. Anche lunedì i tifosi li hanno sostenuti fino alla fine. Sicuramente per uscire indenni dal loro campo e tornare a casa con un risultato positivo dovremmo fare sicuramente meglio di loro”.

 

Alberti starebbe pensando ad un cambio di modulo. “Potrebbe esserci una modifica di modulo. Sappiamo come giocano. Cercano molto i due attaccanti e accorciano molto. Loro hanno sempre giocato con un 5 – 3 – 2, ma accorciano molto con le due mezze ali sui due attaccanti. Portano quattro – cinque giocatori in fase offensiva giocando sulle seconde palle. Dovremo essere molto bravi a non concedergli niente. Dal punto di vista temperamentale sarà la partita più difficile da affrontare. Mi aspetto una grande risposta dai miei ragazzi. Dobbiamo continuare ad imporre il nostro gioco e a fare la partita così come abbiamo fatto anche sabato scorso a Lanciano”.

 

Il tecnico del Bari non è preoccupato del fatto che fino ad ora l’attacco abbia segnato poco. “Per me non è una preoccupazione particolare nel senso che sarei stato più preoccupato se non riuscissimo a creare occasioni da goal. Noi in fase d’attacco ci arriviamo, come ultimamente subiamo meno dagli avversari. Questo è un fatto di crescita, significa che stiamo lavorando nella direzione giusta. I goal verranno. E’ vero che Galano ha segnato due reti, ma è anche vero che ci serve un po’ più di cattiveria, un po’ più di precisione ed anche un briciolo di fortuna. Se noi continuiamo a creare i goal arriveranno sicuramente. Galano è un attaccante, ha fatto due goal, poteva farne anche degli altri ma non c’è riuscito. Da questo punto di vista io sono tranquillo. Se continuiamo a lavorare così le reti degli attaccanti arriveranno. Dovremo metterci qualcosa in più, questo si”.

 

Dopo la gara contro l’Avellino il Bari affronterà in casa, domenica prossima, il Crotone senza tre titolari convocati nell’Under 21. Alberti non crede che la squadra sarà penalizzata da queste mancanze. “Non saremo l’unica squadra alla quale mancheranno dei giocatori. Come tutte le cose credo che dobbiamo girare a miraglia e farci una domanda. Se abbiamo cinque nazionali, i tre dell’Under 21 più Beltrame più Chiosa significa che la società ha lavorato molto bene e, soprattutto, significa che abbiamo dei ragazzi molto interessanti”.

 

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.